via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943

(Napoli - Campania)

via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943

via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943
Descrizione

Località Lucrino, Pozzuoli, Napoli, Campania

Data 17 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Il 14 settembre 1943 i reparti tedeschi stanziati nell’area rinvennero dei fili telefonici tagliati. Verso le ore 19, il podestà di Pozzuoli, il conte Falvella, accompagnò un sergente e un soldato tedeschi presso la casa colonica della famiglia Guardascione, e invitò i fratelli Antonio e Mario Guardascione a seguirli al comando tedesco, situato all’albergo dei Cesari. L’invito fu esteso anche a un cugino, Salvatore Guardascione, e a uno zio, Filiberto Emanato. Lungo la strada vennero fermati anche Michele Costagliola e il guardiano del lago di Lucrino. Tutte le persone indicate vennero fermate su indicazione del podestà, che assicurò loro che avrebbero dovuto solo rilasciare una dichiarazione e che poi sarebbero stati liberati. Il guardiano, un uomo anziano dall’identità non nota, fu rilasciato dopo aver ricevuto l’ordine di sorvegliare i fili telefonici. Gli altri cinque fermati furono condotti prima all’albergo dei Cesari e poi trasferiti nella località Grotta dei Sole, dov’erano accampati i reparti tedeschi e dove vennero trattenuti senza subire alcun interrogatorio. All’alba del 17 settembre i cinque uomini furono trasferiti, a bordo di un camion sul quale si trovavano anche 12 soldati tedeschi armati, in via Conocchiella. Il camion era preceduto da un’automobile a bordo della quale si trovavano due ufficiali e un soldato con funzioni di interprete. Un ufficiale tedesco uccise Antonio Guardascione con un colpo alla nuca. A quel punto gli altri quattro cercarono di scappare: mentre Mario Guardascione e Filiberto Emanato ci riuscirono, Michele Costagliola e Salvatore Guardascione furono fermati e uccisi. I loro corpi vennero seviziati a colpi di baionetta.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-13 11:53:11

Vittime

Elenco vittime

1. Costagliola Michele nato a Bacoli (NA), 2.2.1916 o 20.10.1910
2. Guardascione Antonio nato a Bacoli (NA), 14.2.1916
3. Guardascione Salvatore nato a Bacoli (NA), 22.11.1911

Elenco vittime civili 3

1. Costagliola Michele nato a Bacoli (NA), 2.2.1916 o 20.10.1910
2. Guardascione Antonio nato a Bacoli (NA), 14.2.1916
3. Guardascione Salvatore nato a Bacoli (NA), 22.11.1911

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Ascione, Salvo, Settembre 1943: Napoli tra stragismo e rivolta, in Gribaudi, Gabriella (a cura di), Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, Napoli, L’ancora del Mediterraneo, 2003
Chianese, Gloria, “Quando uscimmo dai rifugi”. Il Mezzogiorno tra guerra e dopoguerra, Roma, Carocci, 2004.

Sitografia


http://giuseppe-peluso.blogspot.it/2011_10_01_archive.html

Fonti archivistiche

Fonti

ACS, Fondo Riconoscimento Partigiani – Regione Campania
AUSSME, N 1/11, b. 2133, fascicolo “Italia meridionale Campania”
CPI 10/32, 79/04