via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943

(Napoli - Campania)

via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943

via Conocchiella Lucrino Pozzuoli 17-9-1943
Descrizione

Località Lucrino, Pozzuoli, Napoli, Campania

Data 17 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Il 14 settembre 1943 i reparti tedeschi stanziati nell’area rinvennero dei fili telefonici tagliati. Verso le ore 19, il podestà di Pozzuoli, il conte Falvella, accompagnò un sergente e un soldato tedeschi presso la casa colonica della famiglia Guardascione, e invitò i fratelli Antonio e Mario Guardascione a seguirli al comando tedesco, situato all’albergo dei Cesari. L’invito fu esteso anche a un cugino, Salvatore Guardascione, e a uno zio, Filiberto Emanato. Lungo la strada vennero fermati anche Michele Costagliola e il guardiano del lago di Lucrino. Tutte le persone indicate vennero fermate su indicazione del podestà, che assicurò loro che avrebbero dovuto solo rilasciare una dichiarazione e che poi sarebbero stati liberati. Il guardiano, un uomo anziano dall’identità non nota, fu rilasciato dopo aver ricevuto l’ordine di sorvegliare i fili telefonici. Gli altri cinque fermati furono condotti prima all’albergo dei Cesari e poi trasferiti nella località Grotta dei Sole, dov’erano accampati i reparti tedeschi e dove vennero trattenuti senza subire alcun interrogatorio. All’alba del 17 settembre i cinque uomini furono trasferiti, a bordo di un camion sul quale si trovavano anche 12 soldati tedeschi armati, in via Conocchiella. Il camion era preceduto da un’automobile a bordo della quale si trovavano due ufficiali e un soldato con funzioni di interprete. Un ufficiale tedesco uccise Antonio Guardascione con un colpo alla nuca. A quel punto gli altri quattro cercarono di scappare: mentre Mario Guardascione e Filiberto Emanato ci riuscirono, Michele Costagliola e Salvatore Guardascione furono fermati e uccisi. I loro corpi vennero seviziati a colpi di baionetta.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-13 11:53:11

Vittime

Elenco vittime

1. Costagliola Michele nato a Bacoli (NA), 2.2.1916 o 20.10.1910
2. Guardascione Antonio nato a Bacoli (NA), 14.2.1916
3. Guardascione Salvatore nato a Bacoli (NA), 22.11.1911

Elenco vittime civili 3

1. Costagliola Michele nato a Bacoli (NA), 2.2.1916 o 20.10.1910
2. Guardascione Antonio nato a Bacoli (NA), 14.2.1916
3. Guardascione Salvatore nato a Bacoli (NA), 22.11.1911

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Ascione, Salvo, Settembre 1943: Napoli tra stragismo e rivolta, in Gribaudi, Gabriella (a cura di), Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, Napoli, L’ancora del Mediterraneo, 2003
Chianese, Gloria, “Quando uscimmo dai rifugi”. Il Mezzogiorno tra guerra e dopoguerra, Roma, Carocci, 2004.

Sitografia


http://giuseppe-peluso.blogspot.it/2011_10_01_archive.html

Fonti archivistiche

Fonti

ACS, Fondo Riconoscimento Partigiani – Regione Campania
AUSSME, N 1/11, b. 2133, fascicolo “Italia meridionale Campania”
CPI 10/32, 79/04