Grotta del Sole Quarto 24-9-1943

(Napoli - Campania)

Grotta del Sole Quarto 24-9-1943

Grotta del Sole Quarto 24-9-1943
Descrizione

Località Grotta del Sole, Quarto, Napoli, Campania

Data 24 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Secondo la testimonianza della moglie, il 24.9.1943 De Vivo era stato rastrellato, con altri civili, per essere impiegato in lavori. Tentò di scappare e i tedeschi gli spararono alle spalle, uccidendolo.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La memoria dell’episodio sembra completamente assente a livello locale.

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-13 11:46:30

Vittime

Elenco vittime

De Vivo Francesco nato a Marano il 28.9.1890, contadino

Elenco vittime civili 1

De Vivo Francesco nato a Marano il 28.9.1890

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Chianese, Gloria, I militari nel terrore tedesco, in Gribaudi, Gabriella, Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, Napoli, L’ancora del Mediterraneo, 2003;
Chianese, Gloria, “Quando uscimmo dai rifugi”. Il Mezzogiorno tra guerra e dopoguerra, Roma, Carocci, 2004;
Cortesi, Luigi et alii, La Campania dal fascismo alla Repubblica, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1977;
De Jaco, Aldo, Le quattro giornate di Napoli, Roma, Editori Riuniti, 1956 (con il titolo La città insorge) e 1972, poi Vibo Valentia, Monteleone, 1995;
“Il Risorgimento”, 5 dicembre 1943.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, N 1/11, b. 2133, fascicolo “Italia meridionale Campania”
CPI 25/1
ACS, Fondo “Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Campania”