Cibeno, Carpi, 21.10.1944

(Modena - Emilia-Romagna)

Cibeno, Carpi, 21.10.1944

Cibeno, Carpi, 21.10.1944
Descrizione

Località Cibeno, Carpi, Modena, Emilia-Romagna

Data 21 ottobre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Nella seconda metà di ottobre del 1944 le prospettive dell’insurrezione generale alimentano le speranze della Resistenza modenese, ma i soldati tedeschi e i fascisti più intransigenti non smettono di alimentare le difese della Linea Gotica e di assestare colpi all’organizzazione partigiana. Le Brigate Nere e i militi della RSI non cessano l’attività di spionaggio e i tentativi di infiltrazione nella rete della Resistenza e trasformano ogni possibilità di accesso alle informazioni sui “ribelli” in un’occasione di vendetta nei confronti dei “traditori” dell’Italia fascista. Il 21 ottobre 1944 Alfonso Bruni e Sergio Meschiari vengono catturati nella zona di Cibeno di Carpi mentre partecipano a una missione: alcune fonti sostengono che siano impegnati in un tentativo di prelevamento di armi, ma un blitz fascista li blocca e li costringe a subire l’arresto. Dopo un rapido consulto, i militi della RSI decidono di portare i due giovani al comando di Villa Ascani affinché siano torturati e possano rivelare i nomi dei loro compagni. Le sevizie sono il preludio del plotone d’esecuzione: Bruni e Meschiari vengono fucilati a Cibeno nello stesso giorno della cattura.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Daniel Degli Esposti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-09 22:57:46

Vittime

Elenco vittime

1. Alfonso Bruni: nato a Modena il 30 agosto 1925, figlio di Cesare e Augusta Lugli, residente nella frazione Mulini Nuovi, pittore, partigiano. Dopo l’occupazione tedesca si nasconde per sfuggire alla leva fascista e ai rastrellamenti: con il trascorrere dei mesi si avvicina alla Resistenza e l’8 luglio 1944 entra nella Brigata “Walter Tabacchi” con il nome di battaglia “Marco”. Il 21 ottobre 1944 i fascisti lo catturano insieme a Sergio Meschiari, portano i due partigiani nella Villa Ascani, ex-sede della GNR, e li torturano. Bruni e Meschiari vengono fucilati a Cibeno di Carpi.
2. Sergio Meschiari: nato a Carpi il 18 aprile 1925, figlio di Lorenzo e Antonietta Pozzetti, residente ad Albareto, elettricista, partigiano. Dopo l’occupazione tedesca, si adopera per non essere arruolato nell’esercito della RSI e il 3 settembre 1944 entra nella Brigata “Walter Tabacchi” con il nome di battaglia di “Pepi”. Il 21 ottobre 1944 i fascisti lo catturano insieme ad Alfonso Bruni, portano i due partigiani nella Villa Ascani, ex-sede della GNR, e li torturano. Bruni e Meschiari vengono fucilati a Cibeno di Carpi.

Elenco vittime partigiani 2

Alfonso Bruni,
Sergio Meschiari

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


GNR, distaccamento di Carpi

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Cibeno, Carpi

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Cibeno, Carpi

    Descrizione: Alfonso Bruni e Sergio Meschiari sono ricordati da un cippo eretto nel luogo nel quale sono stati uccisi il 21 ottobre 1944.

  • commemorazione a Cibeno, Carpi

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Cibeno, Carpi

    Descrizione: Alfonso Bruni e Sergio Meschiari sono commemorati con celebrazioni annuali organizzate presso il cippo che contrassegna il luogo della loro uccisione.

Bibliografia


Comune di Carpi, Carpi per la libertà.
Ermanno Gorrieri, La repubblica di Montefiorino, Bologna, Il Mulino, 1970.
M. Pacor e L. Casali, Lotte sociali e guerriglia in pianura, Roma, Editori Riuniti, 1972, pag. 368.
Claudio Silingardi, Una provincia partigiana, Milano, Franco Angeli, 1998, pp. 407-431 (contesto).
Ilva Vaccari, Dalla parte della libertà, Santa Sofia di R., Stab. Tip. dei Comuni per COOP Estense, 1999, pag. 582.

Sitografia


http://emilia-romagna.anpi.it/modena/calendario/1944_10.html
http://impressioniespressioni.blogspot.it/p/cippi-resistenti.html
http://emilia-romagna.anpi.it/modena/archivio_res/ottobre_08/art_18_10_08.htm
http://modena.anpi.it/1944/10/

Fonti archivistiche

Fonti