Cimitero di Villetta Barrea 12-11-1943

(L'Aquila - Abruzzo)

Cimitero di Villetta Barrea 12-11-1943

Cimitero di Villetta Barrea 12-11-1943
Descrizione

Località Cimitero, Villetta Barrea, L'Aquila, Abruzzo

Data 12 novembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Aldo Di Loreto era un giovane capitano medico della Regia Aeronautica che, a seguito dello sbandamento delle Forze Armate, si rifugiò nel comune di nascita, Barrea, o vi si ritrovava, secondo altre versioni, in convalescenza. Con altri giovani del posto costituì una piccola formazione patriottica che operava sul territorio.
Qui venne sorpreso il 25 ottobre 1943, pare in seguito ad una delazione, da una pattuglia tedesca ed in possesso di armi. Per tale ragione fu immediatamente giudicato dal Tribunale tedesco di guerra, presieduto da un non meglio identificato Col. Boden, e condannato a morte. La sentenza non fu eseguita immediatamente perchè il cap. Di Loreto inoltrò una lettera al Maresciallo Rommel che aveva conosciuto e con cui aveva combattuto in Africa. Sembra anche che non gli siano mancate, nel frattempo, occasioni per fuggire, ma sempre represse per non esporre i suoi compaesani a gravi rappresaglie. Secondo Felice, invece, subì interrogatori e torture.
Intanto la lettera inviata a Rommel non sortì effetto alcuno e pertanto il Di Loreto, trascorso qualche giorno dalla sentenza, fu portato davanti al plotone di esecuzione e fucilato alle prime luci dell’alba del 12 novembre, davanti al muro di cinta del cimitero di Villetta Barrea.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da Roberto Carrozzo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-01-22 17:14:36

Vittime

Elenco vittime

Di Loreto Aldo, nato a Barrea (AQ) il 19/11/1910 di Giulio e Maria Mancini, ufficiale medico della R. Areonautica

Elenco vittime militari 1

Di Loreto Aldo, nato a Barrea (AQ) il 19/11/1910 di Giulio e Maria Mancini, ufficiale medico della R. Areonautica

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


305. Infanterie Division


Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a

    Tipo di memoria: cippo

    Anno di realizzazione: 1949

    Descrizione: Nel 1949 è stato elevato nella piazza principale di Barrea, davanti la scuola elementare, un cippo sovrastato dal busto di bronzo che rappresenta Aldo Di Loreto che offre il petto al plotone di esecuzione.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Gli è stata concessa la Medaglia d’Oro al Valor Militare con la seguente motivazione: \"Ufficiale medico di alto valore professionale e di brillanti doti militari, organizzava dopo l\'armistizio una banda armata che, nelle montagne abruzzesi, esplicò continua azione di sabotaggio interrompendo collegamenti telefonici tra batterie antiaeree tedesche, effettuando sbarramenti stradali, distruggendo teleferiche adibite al trasporto di munizioni in montagna, aiutando i prigionieri alleati a passare le linee. Catturato da una pattuglia tedesca veniva, dopo sommario processo, condannato a morte. Calmo e sereno rifiutava con fiero stoicismo di essere bendato e dopo di avere indicato al plotone di esecuzione di mirare al cuore, cadeva senza fremito al grido di: \" Viva l\'Italia \". Fulgido esempio di puro eroismo che continua e rinnova la tradizione dei martiri del nostro Risorgimento\"

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Nel Centenario della nascita si è svolta in Barrea una solenne cerimonia di commemorazione in suo onore.

Bibliografia


Costantino Felice, Dalla Maiella alle Alpi. Guerra e Resistenza in Abruzzo, Roma, Donzelli, 2014, pp. 221n, 230, 244-245, 245n, 246, 283, 414.

Lando Sciuba, I giustiziati di Sulmona. Il Tribunale militare tedesco di guerra a Sulmona nel 1943-1944, Torre de’ Nolfi, Ed. Qualevita, 2005, pp. 105-109.

Lando Sciuba, La via dell’onore…, Sulmona, Tip. Labor, 1996, pp. 176-179.

Walter Cavalieri, L’Aquila. Dall’armistizio alla Repubblica,1943-1946. La seconda guerra mondiale all’’Aquila e provincia, L’Aquila, Ed. Studio7, 1994, p. 244.

Felice Costantino, Guerra, Resistenza, Dopoguerra in Abruzzo. Uomini, economie, istituzioni, Milano, Franco Angeli, 1993, pp. 227-229.

Sitografia


http://www.anpi.it/donne-e-uomini/aldo-di-loreto/

http://imasroma.aeronautica.difesa.it/imaroma/servizi/item/61-aldo-di-loreto

Fonti archivistiche

Fonti

ASAq, Fondo prefettura, Atti di Gabinetto, II vers., Cat. XIX, b. 150, Relazione del 23/07/1947 redatta dalla Legione Territoriale dei Carabinieri degli Abruzzi, Compagnia di Sulmona.

ASAq, Fondo prefettura, Atti di Gabinetto, II vers., Cat. XIX, b. 150, Telegramma e successiva comunicazione al prefetto da parte del sindaco di Villetta Barrea.