Opi 31-5-1944

(L'Aquila - Abruzzo)

Opi 31-5-1944

Opi 31-5-1944
Descrizione

Località Opi, Opi, L'Aquila, Abruzzo

Data 31 maggio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Da testimoni coinvolti nell’episodio si apprende che il giorno 31 maggio 1944, Giovanni Cimini e tre suoi compagni, tutti di Opi, furono fermati nei pressi del fiume Sangro da un fascista repubblicano al servizio delle truppe tedesche mentre si recavano in montagna ad accudire gli animali che avevano sottratto alla razzia degli occupanti. Sotto minaccia armata, il fascista li condusse alla sede del comando posta nelle casette asismiche, costruite dopo il terremoto del ’15, dove furono loro richiesti i documenti. I compagni li mostrarono e uscirono mentre il Cimini ne era sfornito e fu trattenuto. Nell’attesa che il loro compagno uscisse, i tre testimoni udirono un litigio tra lo stesso Cimini ed un fascista perché si rifiutava di consegnare loro le scarpe che aveva ai piedi tanto che vennero in colluttazione; mentre il fascista incitava un collega a sparare contro il Cimini, questi tentava di svincolarsi e di fuggire. Quello gli sparò ferendolo al piede, ma la colluttazione non ebbe termine fino a quando un terzo fascista non sparò un colpo alla testa del Cimini facendolo stramazzare a terra. I suoi compagni si avvicinarono al cadavere ma i fascisti li costrinsero con le armi ad andare via. Il fatto avvenne alle ore 14.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Scheda compilata da Giulio Mario Salzano, Roberto Carrozzo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-01-22 17:14:36

Vittime

Elenco vittime

Cimini Giovanni Crisostomo (anche Giancrisostomo), di Pasquale e di Sante Consilia, nato a Opi l’11/03/1923

Elenco vittime civili 1

Cimini Giovanni Crisostomo (anche Giancrisostomo), di Pasquale e di Sante Consilia, nato a Opi l’11/03/1923

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Costantino Felice, Dalla Majella alle Alpi. Guerra e Resistenza in Abruzzo, Roma, Donzelli, 2014, p. 248.

Andrea Di Marino, Storia di Opi, raccolta un po’ qua un po’ là, Salerno, Edizioni Cronache Italiane, 2002?

Walter Cavalieri, L'Aquila, dall'Armistizio alla Repubblica, 1943-1946. La seconda guerra mondiale all'Aquila e provincia, L'Aquila, ed. Studio 7, Società Aquilana Studi Storico-Strategici, 1994, p. 244.

Costantino Felice, Guerra, Resistenza, Dopoguerra in Abruzzo. Uomini, economie, istituzioni, Milano, Franco Angeli, 1993, p. 231.

Sitografia


http://www.imarsi.it/opi/index.php?module=CMpro&func=viewpage&pageid=28

Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME N1-11 B. 2132 bis, fasc. “Violenze commesse da tedeschi e fascisti durante la loro dominazione. 4° elenco. Chieti, 3 luglio 1945 [a cura della] Legione Territoriale dei Carabinieri Reali degli Abruzzi”

ASAq, Fondo Prefettura, Atti di Gabinetto, II vers., Cat. XIX, b. 150

ASAq, Fondo Questura, cat. E3, b. 15, f. 3