Campazzo, Nonantola, 11.07.1944

(Modena - Emilia-Romagna)

Campazzo, Nonantola, 11.07.1944

Campazzo, Nonantola, 11.07.1944
Descrizione

Località Campazzo, Nonantola, Modena, Emilia-Romagna

Data 11 luglio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: All’inizio di luglio del 1944 la Resistenza modenese s’impegna su una serie di fronti. Mentre i “ribelli della montagna” confluiscono in massa nella zona libera di Montefiorino e mettono in atto una serie di importanti colpi lungo la valle del Panaro, la pianura assiste a una lotta senza quartiere fra le forze occupanti e le brigate partigiane. Per evitare che i tedeschi s’impadroniscano degli ammassi e sottraggano agli italiani i mezzi di sostentamento, le organizzazioni della Resistenza ostacolano la mietitura del grano e mettono in atto diversi sabotaggi contro le macchine trebbiatrici: la “battaglia della trebbiatura” contraddistingue lunghe fasi dell’estate modenese e acuisce la tensione fra i fascisti – che ricevono l’incarico di soffocare ogni forma o tentativo di rivolta – e i partigiani. L’11 luglio 1944 le campagne di Nonantola e Ravarino vivono un momento particolarmente complesso: un gruppo di partigiani impegnati nel sabotaggio delle macchine trebbiatrici uccide un ufficiale del reparto speciale di Polizia, il tenente Totonelli; questo milite è stato chiamato nella “Bassa” pochi giorni prima dal Commissario Prefettizio Ascanio Boni per contribuire al regolare proseguimento dei lavori in campagna. Qualche ora dopo, Bruno, Ernesto ed Ettore Piccinini – tre contadini di Campazzo di Nonantola – vengono uccisi sommariamente mentre lavorano nei campi come rappresaglia per l’attentato a Totonelli: la ricostruzione precisa dei dettagli di questo episodio resta piuttosto complessa, ma si inserisce nel contesto delle violente tensioni dell’estate del 1944.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Appare probabile che si tratti di un reparto della GNR o della Brigata Nera di Nonantola.
------------
“Nonantola, 11 luglio 1944 frazione Campazzo.
In piena lotta contro la trebbiatura del grano, un gruppo di partigiani uccide un ufficiale del reparto speciale di Polizia, il tenente Totonelli, chiamato dal Commissario Prefettizio Ascanio Boni per dare manforte nel garantire i lavori in campagna. È l’11 luglio 1944: per rappresaglia vengono fucilati mentre lavorano nel loro podere Ernesto, Ettore e Bruno Piccinini (padre e due figli) semplici contadini”.
(da http://www.comune.ravarino.mo.it/cultura_e_turismo/itinerari_storici_artistici_e_naturalistici/carta_storica_della_terza_zona_partigiana.htm)

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La memoria dell’eccidio dell’11 luglio 1944 è confinata nella dimensione paesana di Nonantola. Le tre vittime non erano impegnate nella lotta partigiana e la loro eliminazione non ha avuto ricadute dirette sull’organizzazione della Resistenza: queste circostanze hanno reso piuttosto debole la memoria dell’episodio.

Scheda compilata da Daniel Degli Esposti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-07 11:27:32

Vittime

Elenco vittime

1. Bruno Piccinini: nato a Nonantola nel 1920, figlio di Ernesto, residente nella frazione di Campazzo, agricoltore, civile.
2. Ernesto Piccinini: nato a Nonantola nel 1882, residente nella frazione di Campazzo, agricoltore, civile.
3. Ettore Piccinini: nato a Nonantola nel 1914, figlio di Ernesto, residente nella frazione di Campazzo, agricoltore, civile.

Elenco vittime civili 3

Bruno Piccinini,
Ernesto Piccinini,
Ettore Piccinini

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Campazzo, Nonantola

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Campazzo, Nonantola

    Descrizione: In località Campazzo di Nonantola si trova un monumento dedicato alle vittime dell’eccidio dell’11 luglio 1944.

Bibliografia


Ilva Vaccari, Dalla parte della libertà, Santa Sofia di R., Stab. Tip. dei Comuni per COOP Estense, 1999, pag. 563.

Sitografia


http://www.comune.ravarino.mo.it/cultura_e_turismo/itinerari_storici_artistici_e_naturalistici/carta_storica_della_terza_zona_partigiana.htm
http://anpimodena.it/avvenimenti-significativi-della-resistenza-modenese-nel-periodo-dal-1-luglio-1943-e-1944-20-settembre-1943-e-1944/

Fonti archivistiche

Fonti