BELLARIVA, RIMINI, 03.03.1944

(Rimini - Emilia-Romagna)

BELLARIVA, RIMINI, 03.03.1944

BELLARIVA, RIMINI, 03.03.1944
Descrizione

Località Bellariva, Rimini, Rimini, Emilia-Romagna

Data 3 marzo 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: La mattina del 3 marzo vengono fucilati per motivi non meglio precisati (diserzione o delazione) tre giovani Franco Tassinari, Domenico Gallegati, Lama Oriano, i primi due sono stati fucilati subito, del Lama non era arrivato l'ordine e non si sa che fine ha fatto. Gallegati apparteneva al 2° battaglione da fortificazioni da costa, di Tassinari non sono stati trovati documenti che attestano la sua appartenenza alle forze della Repubblica Sociale.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: La Corte d'Assise Speciale di Forlì condannò Corrado Masetti di Pesaro imputato di collaborazionismo e di avere comandato il plotone di esecuzione. I due ragazzi erano colpevoli di diserzione. Corrado Masetti viene condannato a 30 anni di reclusione e al pagamento di Lire 50.000 alla parte civile.

Scheda compilata da DANIELE SUSINI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-03 22:19:21

Vittime

Elenco vittime

Gallegati Domenico, nato il 11.06.1925 a Faenza, anni 18
Tassinari Franco, nato il 12.12.1925 a Faenza, anni 18

Elenco vittime civili 1

Tassinari Franco

Elenco vittime disertori 1

Gallegati Domenico

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


278. Infanterie Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

7. battaglione costiero

Tipo di reparto: Esercito

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Corrado Masetti

    Nome Corrado

    Cognome Masetti

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento La Corte d\'Assise Speciale di Forlì condannò Corrado Masetti di Pesaro imputato di collaborazionismo e di avere comandato il plotone di esecuzione. I due ragazzi erano colpevoli di diserzione. Corrado Masetti viene condannato a 30 anni di reclusione e al pagamento di Lire 50.000 alla parte civile.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Faenza

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Faenza

    Descrizione: I nomi dei due caduti sono incisi nel monumento ai caduti di Faenza.

Bibliografia


Ricerca pubblicata in proprio a cura di Daniele Celli di Rimini

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti