ROCCASPARVERA, 17.03.1945

(Cuneo - Piemonte)

ROCCASPARVERA, 17.03.1945

ROCCASPARVERA, 17.03.1945
Descrizione

Località Roccasparvera, Roccasparvera, Cuneo, Piemonte

Data 17 marzo 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: Dal dicembre 1944, comanda la 5. Sezione della polizia della Divisione Littorio a Borgo S. Dalmazzo, il tenente Ettore Salvi (promosso capitano proprio nel mese di marzo 1945 per la sua “efficienza”) che diverrà famoso per i suoi feroci metodi repressivi, senza distinzione tra partigiani e civili. L’episodio di Roccasparvera è una rappresaglia per il ferimento di un tedesco di una colonna in transito.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Il Tenente Ettore Salvi, comandante della 5ªsezione della polizia della Divisione Littorio, con sede a Borgo S. Dalmazzo, si renderà tristemente noto per le sue azioni di repressione senza distinzione fra colpevoli ed innocenti, nelle vallate che fanno capo a Borgo S. Dalmazzo (valli Vermenagna, Gesso, Stura).Sarà processato dalla Corte Straordinaria di Assise di Cuneo e condannato a morte per 35 omicidi. Sentenza eseguita al poligono di tiro di Cuneo il 12 febbraio 1946, unica sentenza di morte eseguita.

Scheda compilata da MICHELE CALANDRI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-12 08:28:49

Vittime

Elenco vittime

Cilione Antonio, nato Motta S. Giovanni (RC) 26/10/1917, residente Motta S. Giovanni, contadino, fucilato Roccasparvera (CN) 17/03/1945, I Divisione G.L., brigata “Valle Gesso”.
Noto Salvatore, nato Santo Stefano di Camastra (ME) 01/12/1923, residente S. Stefano di Camastra, operaio, fucilato Roccasparvera (CN) 17/03/1945;
Rosso Armando, nato Valdieri (CN) 15/09/1927, residente Valdieri, studente, fucilato Roccasparvera (CN) 17/03/1945;
Rosso Giovanni, nato Valdieri (CN) 26/09/1892, residente Valdieri, contadino, fucilato Roccasparvera (CN) 17/03/1945.

Elenco vittime civili 3

Noto Salvatore
Rosso Armando,
Rosso Giovanni

Elenco vittime partigiani 1

Cilione Antonio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


2. Divisione granatieri “Littorio”

Tipo di reparto: Esercito

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Ettore Salvi

    Nome Ettore

    Cognome Salvi

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Il Tenente Ettore Salvi, comandante della 5ªsezione della polizia della Divisione Littorio, con sede a Borgo S. Dalmazzo, si renderà tristemente noto per le sue azioni di repressione senza distinzione fra colpevoli ed innocenti, nelle vallate che fanno capo a Borgo S. Dalmazzo (valli Vermenagna, Gesso, Stura).

    Note procedimento Sarà processato dalla Corte Straordinaria di Assise di Cuneo e condannato a morte per 35 omicidi. Sentenza eseguita al poligono di tiro di Cuneo il 12 febbraio 1946, unica sentenza di morte eseguita.

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto 2. Divisione granatieri “Littorio”

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Roccasparvera, piazza Castello

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Roccasparvera, piazza Castello

    Descrizione: Lapide in Piazza Castello a Roccasparvera, posta da ente pubblico.

Bibliografia


Guido Argenta, Nicola Rolla, Le due guerre 1940-1943, 1943-1945. Censimento “cippi e lapidi” in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza in provincia di Cuneo, Cuneo, 1985, p.457.
Articolo in «Piemonte Repubblicano», bisettimanale della federazione del PFR di Cuneo, 24/03/1945;
Michele Calandri (a cura di), Vite spezzate. I 15510 morti nella guerra 1940-45. Un censimento in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo, Cuneo, 2007 (seconda edizione),

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

RAM Roccasparvera