Civitella Roveto, 27.05.1944

(L'Aquila - Abruzzo)

Civitella Roveto, 27.05.1944

Civitella Roveto, 27.05.1944
Descrizione

Località Civitella Roveto, Civitella Roveto, L'Aquila, Abruzzo

Data 27 maggio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: La Valle Roveto, nella Marsica, è una zona dell'Abruzzo che si trovava molto vicina al fronte di Cassino, dopo la formazione della linea Gustav, infatti divenne per i tedeschi la principale via di rifornimento. Alcuni paesini più impervi e difficilmente raggiungibili della zona, che erano inizialmente sfuggiti al controllo tedesco, come Meta (dove operavano i fratelli partigiani Bruno e Mario Durante uccisi barbaramente dai tedeschi) rappresentarono un rifugio sicuro per i diversi prigionieri alleati che scapparono dai campi di concentramento e un luogo sicuro per organizzare l'attività partigiana. I partigiani della Valle Roveto avevano imparato a mettere e disinnescare mine, e progettavano in collaborazione con i POW delle truppe alleate di bloccare i tedeschi a sud di Capistrello o a Pescocanale durante la ritirata. Negli ultimi mesi di guerra, tuttavia, il controllo tedesco divenne sempre più duro, infatti il comando iniziò a cercare febbrilmente quei soldati alleati che si erano rifugiati nella valle, con l'obiettivo di catturare anche chi li aveva ospitati, i tedeschi, inoltre, cercavano con insistenza gli informatori che con le radio ricetrasmittenti segnalavano alle truppe alleate i movimenti dei loro automezzi. Il 18 maggio del '44, le truppe alleate sfondarono il fronte di Cassino, i tedeschi per rallentare l'avanzata alleata e per favorire la ritirata, avevano preparato un altro fronte a sud di Balsorano, resistettero per 15 giorni prima di lasciare la Valle Roveto.
I tedeschi durante la ritirata dall'area lasciarono il segno del loro passaggio, facendo subire le peggiori angherie agli abitanti.
Sulla morte di Michelangelo Persia i dettagli sono scarsi, da documenti rinvenuti presso l'Archivio di Stato de L'Aquila vi sono delle segnalazioni del comune di Civitella Roveto, dai quali si evince che il suddetto cadde vittima di una rappresaglia nazista.

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: Questi sono i reparti tedeschi presenti ad Avezzano:
Feldpostamt 790 dal novembre del 1943;
Feldgendarmerie-Abteilung (mot) 692 dal novembre del 1943;
Fallschirm-Jäger-Regiment 3 dal maggio al luglio del 1944;
114. Jäger-Division dal maggio del 1944;
5. Gebirgs-Division dal maggio del 1944;
Feldgendarmerie-Abteilung (mot) 692 dal gennaio del 1944;
Platzkommandantur II.
E questi quelli che stanziavano nel paesino di Morino, vicino a Civitella Roveto:
Panzer-Jäger-Abteilung 46 dal giugno del 1944;
Pionier-Bataillon 80 dal giugno del 1944;
Div.Verpflegungs-Ausg.St. "Veilchen neu" dal maggio del 1944.
Nell'atto di morte è specificato che la vittima è deceduta a causa del fuoco nemico.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La vicenda non risulta consolidata nella memoria cittadina.

Scheda compilata da Claudia Piermarini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-30 11:41:22

Vittime

Elenco vittime

Michelangelo Persia, nativo di Civitella Roveto, muore il 27 maggio 1944 all\'età di 21 anni.

Elenco vittime civili 1

Michelangelo Persia

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Cavalieri Walter, L'Aquila in guerra, Gruppo Tipografico Editoriale, L'Aquila, 1997, pp. 205-207

Sitografia


http://www.valleroveto.eu/il-novecento-e-la-valle-roveto/
http://dinicola.blogautore.espresso.repubblica.it/2012/05/09/martiri-che-questitalia-non-merita/

Fonti archivistiche

Fonti

Database Carlo Gentile
Registro degli atti di nascita dell\'anagrafe del comune di Civitella Roveto.
ASAQ, Fondo prefettura, Atti di gabinetto, II Versamento, Categoria XIX, busta 150.