Forca di Penne, Capestrano, giugno 1944

(L'Aquila - Abruzzo)

Forca di Penne, Capestrano, giugno 1944

Forca di Penne, Capestrano, giugno 1944
Descrizione

Località Forca di Penne, Capestrano, L'Aquila, Abruzzo

Data imprecisata

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Comune (500 m.s.l.m.) a km 42 da L’Aquila, soprastante la valle del Tirino.

Sede di ospedale militare; nella zona operavano i partigiani della banda "Leonardo Trolla" comandata dal capitano Luigi Cucci.

La casa del Tiberi era frequentata da prigionieri alleati fuggiaschi. Verso sera, in data sconosciuta, i tedeschi, assalirono l’abitazione con bombe a mano sparando anche colpi di fucile. Il Tiberi, appena uscito dall’abitazione venne colpito a morte; i figli furono feriti. In reazione all’assalto tedesco, il figlio maggiore, Rocco Sabatino di anni 21, sparò uccidendo un tedesco e si dette alla fuga, favorito dall’oscurità.
Per rappresaglia i tedeschi asportarono tutto quanto era in casa.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da David Adacher, Riccardo Lolli, Gilberto Marimpietri
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-30 10:32:17

Vittime

Elenco vittime

1. Tiberi Giuseppe, n. Corvaro (RI) 30.05.1902, di Angelo e Giulia Pesci. Coniugato con sei figli, contadino.

Elenco vittime civili 1

Tiberi Giuseppe

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

\"Comunicazione del Maresciallo Maggiore dei Carabinieri di S. Demetrio (AQ) del I febbraio 1945\", in ASAq, Prefettura, Atti di Gabinetto, II vers., b.206,