Avezzano, 19.09.1943

(L'Aquila - Abruzzo)

Avezzano, 19.09.1943

Avezzano, 19.09.1943
Descrizione

Località Avezzano, Avezzano, L'Aquila, Abruzzo

Data 19 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nella città di Avezzano, dal 25 luglio all'8 settembre 1943, la vita scorreva abbastanza tranquilla, ma a partire dal novembre del 1943 iniziarono i violenti bombardamenti alleati che iniziarono a mietere le prime vittime, e costrinsero la popolazione civile ad un esodo forzato dalla città alle campagne limitrofe per rifugiarsi in posti più sicuri o meno investiti dai bombardamenti.
Le forze armate della città, che non collaborarono con i tedeschi, quando iniziarono i bombardamenti alleati, liberarono i prigionieri dal locale campo di concentramento. Avezzano, inoltre, si trovava nelle retrovie del fronte, che andava da Cassino ad Ortona, quindi finirono per confluirvi prigionieri fuggiti anche da altri campi di concentramento. La popolazione si distinse per la grande solidarietà dimostrata, accogliendo e dando ospitalità ai prigionieri, nascondendoli rischiando la loro vita, o aiutandoli a passare il fronte.
Usman Naik, era uno di questi prigionieri, un soldato tedesco lo uccise durante un tentativo di fuga, e venne sepolto nel vecchio cimitero della città.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: violenze legate all’armistizio e all’occupazione del territorio

Annotazioni: Questi erano i reparti presenti in città a partire dal 1943:
Feldpostamt 790;
Feldgendarmerie-Abteilung (mot) 692.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La vicenda del soldato indiano non risulta nota a differenza di altre vicende legate a cittadini del luogo.

Scheda compilata da Claudia Piermarini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-30 09:54:55

Vittime

Elenco vittime

Usman Naik, soldato inglese dei POW, matricola n. 105027, di nazionalità indiana, residente a Thunthunu, Ta, Pore State (India), si ignora il luogo di nascita, morì ad Avezzano all\'età di 27 anni.

Elenco vittime prigionieri di guerra 1

Usman Naik

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a Avezzano

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Ubicazione: Avezzano

    Anno di realizzazione: 1961

    Descrizione: Il comune di Avezzano ha ricevuto la medaglia d\'argento al valore civile il 31-12-1961 con questa motivazione: “Sotto l\'infuriare dei bombardamenti e delle rappresaglie nemiche che causavano gravissime perdite umane e materiali, conservò la sua fede nella libertà e nei destini della Patria”.

Bibliografia


Cavalieri Walter, L'Aquila dall'armistizio alla repubblica, Edizioni Studio 7 -società Aquilana studi storico-strategici-, L'Aquila, 1994, p.243
Cavalieri Walter, L'Aquila in guerra, Gruppo Tipografico Editoriale, L'Aquila, 1997, p 245
Rosini Antonio, Otto mesi di ferro e fuoco (Avezzano e dintorni) 1943-1944, Grafiche Di Censo, Avezzano, 1994, pp.17-19

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Database Carlo Gentile
Registro degli atti di morte del comune di Avezzano.
AsAq, Fondo Prefettura, Atti di Gabinetto, II Vers., Cat. XIX b. 150