REVELLO, 31.08.1944

(Cuneo - Piemonte)

REVELLO, 31.08.1944

REVELLO, 31.08.1944
Descrizione

Località Revello, Revello, Cuneo, Piemonte

Data 31 agosto 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Sempre in seguito allo sbarco alleato in Provenza, del 15 agosto 1944, un po’ tutte le valli alpine diventano importanti per la RSI e i tedeschi che temono un possibile attraversamento degli americani e dei degollisti, con possibilità di dilagare nella pianura Padana. In verità le truppe sbarcate hanno come obiettivo la liberazione di Parigi (che avverrà a fine agosto), ma, tuttavia, tedeschi e fascisti costituiscono il “fronte delle Alpi”, guarnendo ogni vallata di truppe e tentando di sottrarla al controllo partigiano: infatti finiscono in questo periodo le “repubbliche partigiane” ivi formatesi all’inizio dell’estate.

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Probabili responsabili: reparti della Luftwaffe inquadrati nel Sicherungs-Regiment der Luftwaffe Italien dell’oberstleutnant Fritz Herbert Dierich appoggiati dall’Ost Bataillone 617

L'episodio si inserisce nei rastrellamenti di agosto delle valli Po, Maira, Varaita

Scheda compilata da MICHELE CALANDRI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-29 20:14:55

Vittime

Elenco vittime

Donino Francesco, nato Bolzano 06/12/1916, residente Milano, ucciso Revello (CN) 31/08/1944, 11. Divisione Garibaldi, 15. brigata “Saluzzo”.

Elenco vittime partigiani 1

Donino Francesco

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Wehrmacht reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Brigata Nera mobile non precisata

Tipo di reparto: Brigata Nera

Memorie
Bibliografia


Guido Argenta, Nicola Rolla, Le due guerre 1940-1943, 1943-1945. Censimento “cippi e lapidi” in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza in provincia di Cuneo, Cuneo, 1985, pp.242, 411,414;
Giuseppe Barbero, 1943-’45. Ventimesi. La guerra partigiana di liberazione in valle Po,Istituto superiore di cultura alpina, L’Artistica Savigliano, 2007, pp. 225-230;
Michele Calandri (a cura di), Vite spezzate. I 15510 morti nella guerra 1940-45. Un censimento in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo, Cuneo, 2007 (seconda edizione);
Carlo Gentile, Le forze tedesche di occupazione e il fronte delle Alpi occidentali, in “Il presente e la storia”, n° 46, dicembre 1994, pp.80-97;
Mario Giovana, Giorgio Bocca, Giampaolo Pansa, La Resistenza nel Saluzzese, Edizione EPC, Saluzzo, 1964, pp.105-106;
Mario Giovana, Storia di una formazione partigiana, Einaudi Editore, Torino, 1964, pp.217-254;
Marco Ruzzi, Garibaldini in Val Varaita. 1943-1945 tra valori e contraddizioni, Tipolitografia Ghibaudo, Cuneo, 1997, pp.36-38.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti