San Callisto Popoli 8-6-1944

(Pescara - Abruzzo)

San Callisto Popoli 8-6-1944

San Callisto Popoli 8-6-1944
Descrizione

Località San Callisto, Popoli, Pescara, Abruzzo

Data 8 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nel periodo in cui avvenne l’omicidio, nei pressi di Popoli operava un gruppo partigiano guidato da Natale Camarra, facente parte della Banda Marsica; nella zona, importante soprattutto per via di insediamenti industriali chimici e militari presenti in comuni limitrofi, si erano già più volte verificati piccoli sabotaggi (taglio dei cavi telefonici). L’episodio, tuttavia, non sembra presentare alcuna attinenza con le attività partigiane o antitedesche, quanto, piuttosto, con l’inizio della ritirata tedesca e la conseguente acquisizione di tutto ciò che sarebbe tornato utile per il trasferimento verso nord.
Intorno alle ore 18,00, un sottufficiale tedesco (indicato nella denuncia sporta dal fratello della vittima presso la Gnr di Popoli come maresciallo) si presentò alla masseria del Di Prato e gli requisì un asino. Mentre il militare si allontanava pressato dal contadino che supplicava la restituzione dell’asino, estrasse la pistola e freddò Di Prato con due colpi alla nuca.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: ritirata

Annotazioni: Nella ricostruzione, in verità molto sommaria, che Aldo Rasero fa nel suo volume Morte a Filetto. La Resistenza e le stragi naziste in Abruzzo, Giovanni Di Prato, annoverato tra i partigiani della “Popoli”, sarebbe morto in combattimento unitamente ad Alfredo Di Ciccio, Saverio Zaccardi, Armando D’Amato, Carmine Tempera e Brenno Berluti Lorenzini, tutti caduti durante scontri con i tedeschi; ma cosa assai differente aveva affermato nel 1944, immediatamente a ridosso della liberazione della regione e dei fatti riguardanti le questioni partigiane. Nei ruolini redatti nell’immediato dopoguerra da Adriano Salvadori e controfirmati dallo stesso Aldo Rasero per il Raggruppamento Bande Patrioti “Gran Sasso”, infatti, tra i partigiani caduti vi è il solo Alfredo Di Ciccio.

Scheda compilata da Nicola Palombaro
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-29 11:44:31

Vittime

Elenco vittime

Di Prato Giovanni di Vincenzo e di Vecchi Grazia, nato il 02/03/1900 a Popoli, contadino

Elenco vittime civili 1

Di Prato Giovanni di Vincenzo e di Vecchi Grazia, nato il 02/03/1900 a Popoli, contadino

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Aldo Rasero, Morte a Filetto. La Resistenza e le stragi naziste in Abruzzo, Milano, Mursia, 1970, p. 73

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, N 1/11, b. 2132 bis