CUNEO, 29.08.1944

(Cuneo - Piemonte)

CUNEO, 29.08.1944

CUNEO, 29.08.1944
Descrizione

Località Cuneo, Cuneo, Cuneo, Piemonte

Data 29 agosto 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Sempre in seguito allo sbarco alleato in Provenza, del 15 agosto 1944, un po’ tutte le valli alpine diventano importanti per la RSI e i tedeschi che temono un possibile attraversamento degli americani e dei degollisti, con possibilità di dilagare nella pianura Padana. In verità le truppe sbarcate hanno come obiettivo la liberazione di Parigi (che avverrà a fine agosto), ma, tuttavia, tedeschi e fascisti costituiscono il “fronte delle Alpi”, guarnendo ogni vallata di truppe e tentando di sottrarla al controllo partigiano: infatti finiscono in questo periodo le “repubbliche partigiane” ivi formatesi all’inizio dell’estate.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: L'episodio si inserisce nei rastrellamenti di agosto delle valli Maira, Po e Varaita

Scheda compilata da MICHELE CALANDRI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-29 07:18:44

Vittime

Elenco vittime

Merlo Antonio, nato Acceglio (CN) 23/08/1908, residente Acceglio, muratore, fucilato Cuneo 29/08/1944, 11. Divisione Garibaldi, 104. brigata “Fissore”;
Picco Aurelio, nato Fossano (CN) 27/04/1926, residente Cuneo, fucilato Cuneo 29/08/1944, 11. Divisione Garibaldi, 104. brigata “Fissore”

Elenco vittime partigiani 2

Merlo Antonio
Picco Aurelio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Wehrmacht reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Brigata Nera mobile non precisata

Tipo di reparto: Brigata Nera

Memorie
Bibliografia


Guido Argenta, Nicola Rolla, Le due guerre 1940-1943, 1943-1945. Censimento “cippi e lapidi” in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza in provincia di Cuneo, Cuneo, 1985, pp.242, 411,414;
Giuseppe Barbero, 1943-’45. Ventimesi. La guerra partigiana di liberazione in valle Po,Istituto superiore di cultura alpina, L’Artistica Savigliano, 2007, pp. 225-230;
Michele Calandri (a cura di), Vite spezzate. I 15510 morti nella guerra 1940-45. Un censimento in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo, Cuneo, 2007 (seconda edizione);
Carlo Gentile, Le forze tedesche di occupazione e il fronte delle Alpi occidentali, in “Il presente e la storia”, n° 46, dicembre 1994, pp.80-97;
Mario Giovana, Giorgio Bocca, Giampaolo Pansa, La Resistenza nel Saluzzese, Edizione EPC, Saluzzo, 1964, pp.105-106;
Mario Giovana, Storia di una formazione partigiana, Einaudi Editore, Torino, 1964, pp.217-254;
Marco Ruzzi, Garibaldini in Val Varaita. 1943-1945 tra valori e contraddizioni, Tipolitografia Ghibaudo, Cuneo, 1997, pp.36-38.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, N 1/11, b. 2131
CPI 23/87 RG 1931
RAM Dronero, Brossasco, Cartignano, S.Damiano Macra, Prazzo, Stroppo, Frassino, Melle, Piasco,Rossana,Barge, Cuneo, Saluzzo.