VIGNALE REGGELLO 10.08.1944

(Firenze - Toscana)

VIGNALE REGGELLO 10.08.1944

VIGNALE REGGELLO 10.08.1944
Descrizione

Località Vignale, Reggello, Firenze, Toscana

Data 10 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il Comune di Reggello viene liberato grossomodo tra l'inizio di agosto 1944 e la prima metà del mese. Il 10 agosto, verso le due del pomeriggio, Primo Moschini dalla frazione di Tosi si reca in località Vignale. Qui si trovano alcune bighe di grano dalle quali il Moschini probabilmente ha intenzione di prendere una parte per sfamare la propria famiglia. Si tratta però di una zona di operazioni militari e nell'area sono state allestite linee difensive tedesche. Il Moschini, probabilmente intercettato da soldati tedeschi, viene per questo fermato e a seguito di ciò ucciso. Il suo corpo verrà ritrovato da una donna circa quindici giorni dopo in località Vignale semisepolto in un campo.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: ripulitura e desertificazione

Scheda compilata da Francesco Fusi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-03 16:37:46

Vittime

Elenco vittime

Moschini Primo fu Carlo e Nocentini Isola, nato a Reggello il 31/12/1894.

Elenco vittime civili 1

Moschini Primo.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Paolo Bonci (a cura di), Le vittime civili della 2° Guerra mondiale nei comuni della diocesi di Fiesole, Servizio Editoriale Fiesolano, Fiesole, 1994, p. 18.
Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi nazifasciste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, p. 151.

Sitografia


http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=142864

Fonti archivistiche

Fonti

CSIT, AUSSME N/11, b. 2132, Firenze, dichiarazione di Roberto Brandigi del 10 novembre 1944.