CHIAIA SESSA AURUNCA 21.10.1943

(Caserta - Campania)

CHIAIA SESSA AURUNCA 21.10.1943

CHIAIA SESSA AURUNCA 21.10.1943
Descrizione

Località Chiaia, Sessa Aurunca, Caserta, Campania

Data 21 ottobre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Ubicata a ridosso della linea difensiva tedesca Barbara, la città di Sessa Aurunca, tra la fine di settembre e l’inizio di novembre 1943 fu teatro di alcuni episodi di violenza sui civili.
Dalla metà di settembre iniziarono le requisizioni di derrate alimentari e di bestiame a danno dei civili. A partire dal 23 settembre vennero rastrellati numerosi uomini, catturati sia nel capoluogo, sia nelle frazioni, in applicazione dell’ordinanza sul lavoro coatto: molti di essi furono rinchiusi in un “campo di raccolta” provvisorio, ubicato nei pressi della frazione Cascano, altri in quello attiguo alla stazione ferroviaria di Sparanise. Pochi giorni dopo, furono inviati in Germania per lavorare nelle fabbriche di materiale bellico.
In esecuzione dell’ordinanza emanata il 4 ottobre dal comando del XIV. Panzerkorps, che stabiliva l’evacuazione di tutta la popolazione in una fascia profonda 5 km dalla linea Viktor (applicabile, successivamente, anche alle linee Barbara e Bernhardt), prevedendo la fucilazione per tutti coloro che si fossero trovati in quell’area dopo il termine stabilito, venne emanato l’ordine di sgombero dell’intero abitato. Durante la seconda decade di ottobre, nell’applicazione delle ordinanze sulla “terra bruciata”, vennero minate ed incendiate numerose abitazioni; i guastatori tedeschi fecero saltare in aria anche molti edifici pubblici ed infrastrutture allo scopo di rallentare l’avanzata alleata.
L’ordinanza del 4 ottobre stabiliva pure di “radunare” tutti gli uomini abili al lavoro da impiegare per il potenziamento della linea Bernhardt. Nei giorni successivi, infatti, pattuglie tedesche percorsero il territorio comunale alla ricerca di manodopera.
Il contadino 49enne venne mitragliato in località “Chiaia”, perché tentò di sottrarsi dalla deportazione.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: incendio di abitazione,minamenti e esplosioni

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: TMT Napoli, fasc. n. 579/68; Sent. G.I. del 28/06/1968: non doversi procedere a carico di ignoti. (Parti lese: Asigno Antonio)

Scheda compilata da Giuseppe Angelone
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-08 14:05:10

Vittime

Elenco vittime

Asigno Antonio

Elenco vittime civili 1

Asigno Antonio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


II./Pz.Gren.Rgt. 104/15. Panzer-Grenadier-Division/XIV. Panzerkorps

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Sessa Aurunca

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Sessa Aurunca

    Descrizione: Monumenti ai caduti delle guerre

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: 4 novembre

Bibliografia


Giuseppe Capobianco, Il recupero della memoria. Per una storia della Resistenza in Terra di Lavoro - autunno 1943, Edizioni scientifiche italiane, Napoli, 1995

Giuseppe Capobianco, La giustizia negata. L’occupazione nazista in Terra di Lavoro dopo l’8 settembre 1943, Centro Corrado Graziadei, Caserta, s. d. [1989]

Felicio Corvese (a cura di), Erba rossa. Mostra documentaria e fotografica sulle stragi naziste del 1943 in Campania, catalogo, Istituto Campano per la Storia della Resistenza “Vera Lombardi”, Napoli, 2003

Felicio Corvese, L’autunno di sangue in Campania, in «Resistenza/Resistoria», Bollettino dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza “Vera Lombardi”, n. s., 2/2004, pp. 29-34

Felicio Corvese, La guerra nazista contro i civili dell’autunno 1943 nella Campania settentrionale, in «Resistenza/Resistoria», cit., terza serie, 2007-2008, pp. 117-139

Gabriella Gribaudi, Distruzioni e massacri: Sparanise, 10-22 ottobre 1943, in Gabriella Gribaudi (a cura di), Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, L’ancora del Mediterraneo, Napoli, 2003, pp. 276-293

Gabriella Gribaudi, Guerra totale. Tra bombe alleate e violenze naziste. Napoli e il fronte meridionale 1940-44, Bollati Boringhieri, Torino, 2005

Mariano Paolozzi, Dachau e ritorno, Guida, Napoli, 1984

Sitografia


http://www.pietredellamemoria.it/pietre/monumento-ai-caduti-di-sessa-aurunca/

Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, N 1/11, b. 2133
BA-MA, RH 20-10/67K Lagenkarten (6/10 - 20/10/1943)
BA-MA, RH 20-10/68K Lagenkarten (21/10 - 01/11/1943)
CPI, 10/12