SAN GAUDENZIO A CAMPOLI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 24.07.1944

(Firenze - Toscana)

SAN GAUDENZIO A CAMPOLI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 24.07.1944

SAN GAUDENZIO A CAMPOLI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA 24.07.1944
Descrizione

Località San Gaudenzio a Campoli, San Casciano in Val di Pesa, Firenze, Toscana

Data 24 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 24 luglio 1944, il contadino Gino Bini esce assieme alla moglie dal suo rifugio nel podere di Travignole, tra le località di Montefiridolfi e di San Gaudenzio a Campoli, per andare a badare il proprio bestiame. Nella zona è in corso il ripiegamento delle forze tedesche. Sporgendosi da un angolo di edificio per osservare se la via è libera il Bini viene però notato dai tedeschi che credendolo forse una spia gli sparano ferendolo a morte.
La moglie di Gino Bini, con l'aiuto di altre persone, riporta il corpo del marito in casa, dove poco dopo irrompono però alcuni soldati tedeschi che rastrellano tutti i presenti costringendoli a scavare buche e trincee nel bosco vicino. Tutti i precettati vengono tuttavia rilasciati al termine dei lavori.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Annotazioni: In un atto notorio del Comune di San Casciano in Val di Pesa del 21 novembre 1947 si nomina come luogo dell'uccisione il podere “La Torre” in località San Gaudenzio a Campoli, anziché il podere “Travignole”.

Scheda compilata da Francesco Fusi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-03 15:35:15

Vittime

Elenco vittime

Bini Gino, di Giocondo e Frosechi Belisaria, nato a Tavarnelle Val di Pesa (Firenze) il 10/08/1906.

Elenco vittime civili 1

Bini Gino.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


4. Fallschirm-Jäger-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Anno di realizzazione: 1964

    Descrizione: Il 27 luglio 1964 in occasione del 20. Anniversario della liberazione il consiglio comunale di San Casciano consegnava ai familiari di Gino Bini (e ai familiari di altre vittime civili del comune) una medaglia d\'oro commemorativa.

  • lapide a San Casciano in Val di Pesa, Municipio

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: San Casciano in Val di Pesa, Municipio

    Anno di realizzazione: 2005

    Descrizione: Il nome di Gino Bini è ricordato, assieme a quelli delle altre vittime civili del comune, su una lapide posta sul Municipio di San Casciano dall\'amministrazione comunale il 25 aprile 2005 nel 60. Anniversario della Liberazione.

Bibliografia


Franco Bartalesi, Memorie del passaggio del fronte a Fabbrica e a Montefiridolfi, Comune di San Casciano Val di Pesa, 1994, pp. 19-20.
Claudio Biscarini, Quando piovevano le cannonate. 1944. Violenza e guerra ai civili tra la Val di Pesa e la Val d'Elsa, Effigi, Arcidosso, 2012.
Silvano Callaioli (a cura di), Gli anni del silenzio. Il fascismo e la guerra nel comune di San Casciano in Val di Pesa, Masso delle Fate, Signa, 2012.
Matteo Mazzoni, Il passaggio del fronte tra Val di Pesa e Val d'Elsa. Civili e violenze di guerra nell'estate del 1944, Polistampa, Firenze, 2014, p. 149.
Carlo Salvianti, Remo Ciapetti, Lotte politiche e sociali in Val di Pesa dal primo dopoguerra alla Liberazione (1919-1944), Nuove Edizioni Vallecchi, Firenze, 1979, p. 256.

Sitografia


http://resistenzatoscana.it/monumenti/san_casciano_in_val_di_pesa/lapide_del_municipio/

Fonti archivistiche

Fonti

ASC San Casciano Val di Pesa, Serie IX, Carteggio, b. 213, cat. VIII, cl. III, f. Presenti alle Bandiere.
CSIT, AUSSME, N1/11, b. 2132