MAGLIANO BARBERINO VAL D’ELSA 12.07.1944

(Firenze - Toscana)

MAGLIANO BARBERINO VAL D’ELSA 12.07.1944

MAGLIANO BARBERINO VAL D’ELSA 12.07.1944
Descrizione

Località Magliano, Barberino Val d'Elsa, Firenze, Toscana

Data 12 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Giuseppe Chiti era sfollato assieme alla moglie Pia e ai suoi cinque figli presso Magliano, frazione del comune di Barberino Val d'Elsa. La mattina del 12 luglio 1944 si era allontanato dal rifugio per andare in cerca di provviste, senza fare più ritorno. Il suo corpo venne ritrovato più tardi dal figlio Mario in un campo in località La Spinosa, non distante dall'abitazione. Secondo alcune testimonianze Giuseppe era stato colpito da una scarica di mitra partita da una postazione tedesca attestata in località Petrognano. Giuseppe, colpito, non sarebbe morto sul colpo, bensì per dissanguamento a seguito delle ferite riportate. Il figlio Mario, nell'immediato dopoguerra, sostenne invece che si era trattato di un'imboscata deliberatamente disposta dai tedeschi per colpire il padre, noto antifascista, di cui qualche giorno prima era stata accertata l'appartenenza comunista durante un controllo di documenti disposto dai tedeschi.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: indefinita

Scheda compilata da Francesco Fusi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-05 17:07:57

Vittime

Elenco vittime

Chiti Giuseppe, nato il 06/01/1901.

Elenco vittime civili 1

Chiti Giuseppe.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


4. Fallschirm-Jäger-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • Click here to learn more

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Barberino Val d\'Elsa

    Anno di realizzazione: 2004

    Descrizione: Il nome di Giuseppe Chiti viene ricordato su di una lapide in memoria dei caduti del Comune affissa in Municipio dall\'amministrazione comunale di Barberino Val d\'Elsa il 29 febbraio 2004.

Bibliografia


Claudio Biscarini, , Quando piovevano le cannonate. 1944. Violenza e guerra ai civili tra la Val di Pesa e la Val d'Elsa, Effigi, Arcidosso, 2012, pp. 125-126.
Gabriella Congedo, Come se fosse ora. La comunità di Barberino Val d'Elsa e la memoria dell'ultima guerra, Sarnus, Firenze, 2013, pp. 145-146.
Matteo Mazzoni, Il passaggio del fronte tra Val di Pesa e Val d'Elsa. Civili e violenze di guerra nell'estate del 1944, Polistampa, Firenze, 2014, pp. 150-151.

Sitografia


http://resistenzatoscana.it/monumenti/barberino_val_d_elsa/lapide_dei_caduti/
http://resistenzatoscana.it/storie/l_uccisione_di_giuseppe_chiti/

Fonti archivistiche

Fonti

CSIT, AUSSME, N1/11, b. 2132