VIALE SAN MICHELE MILANO, 21-23.08.1944

(Milano - Lombardia)

VIALE SAN MICHELE MILANO, 21-23.08.1944

VIALE SAN MICHELE MILANO, 21-23.08.1944
Descrizione

Località Piazza Piola e Viale San Michele del Carso, Milano, Milano, Lombardia

Data 21 agosto 1944 - 23 agosto 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Così descrisse i fatti Arturo Colombo: «era il 21 agosto del 1944, lunedì. La città, allora, viveva sotto l'incubo della guerra: una città sconvolta, semidistrutta dai bombardamenti, coi nazisti che la facevano da padroni, insieme agli sgherri della “Muti”. E, quasi non bastasse, pochi giorni prima, il 10 agosto, c'era stata l'incredibile fucilazione dei quindici patrioti a piazzale Loreto. «Poi tutto fu fermo, la città, il cielo, il fiato del giorno. Rimasero i carnefici soltanto, vivi davanti ai morti», scrisse Salvatore Quasimodo. I partigiani, intanto, tessevano la tela della Resistenza. E anche Mariolino Greppi aveva lasciato i suoi compagni dell'VIII Matteotti, per scendere a Milano in bicicletta e consegnare dei documenti segreti al comando generale. Poi, in piazza Piola, davanti all'edicola, aveva preso in cambio un pacco di giornali clandestini; ma qualcuno l'aveva notato e subito era scattato l'arresto e l’interrogatorio nell' ufficio della polizia “repubblicana”, presso la sede del gruppo rionale fascista “Tonoli” in via del Santo. Intanto, altri agenti erano andati a casa di Greppi: avevano raccolto una telefonata e, imitando la voce di Mariolino, avevano fissato con l'ignoto interlocutore un appuntamento al bar Motta di piazzale Baracca. E lì, all'ora stabilita, avevano fatto trasportare il giovane Greppi, lasciandolo apparentemente solo, sperando che permettesse di scoprire altri antifascisti. Ma Mariolino aveva subito intuito quello sporco gioco, preferendo una drastica scelta di campo. Di colpo se l'era data a gambe, saltando su uno dei pochissimi tram allora in circolazione. Il conduttore aveva capito cosa stava accadendo, e aveva tentato di accelerare, mentre i militi e gli agenti sparavano. Allora, per non coinvolgere quei poveracci incolpevoli e indifesi, ecco che il giovane Mario Greppi si gettò dalla piattaforma proprio davanti alla casa di via San Michele del Carso; forse sperava ancora di farla franca. Ma un brigatista gli sparò a bruciapelo, colpendolo in pieno petto. La corsa all' ospedale, per tentare di salvargli il polmone sanguinante, si rivelerà inutile. Nemmeno due giorni dopo, il 23 agosto, Mariolino morì».

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da GIOVANNI SCIROCCO E LUIGI BORGOMANERI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-12 06:41:25

Vittime

Elenco vittime

1. Mario Greppi, nato a Milano il 26 giugno 1920, caduto a Milano il 23 agosto 1944, studente, Commissario di Brigata nella formazione dei Fratelli di Dio, appartenente all\'VIII Brigata Matteotti.

Elenco vittime partigiani 1

Mario Greppi

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a via San Michele del Carso 5, Milano

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via San Michele del Carso 5, Milano

    Descrizione: Lapide a Milano in via San Michele del Carso, al numero civico 5

  • altro a Campo dei caduti, Angera

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Campo dei caduti, Angera

    Descrizione: Memoria ad Angera, al Campo dei caduti

  • altro a Angera Municipio.

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Angera Municipio.

    Descrizione: Memoria al municipio di Angera

  • luogo della memoria a Angera

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Angera

    Anno di realizzazione: 1947

    Descrizione: Fondazione Mario Greppi per le orfane dei partigiani e dei fascisti che, nata ad Angera nel 1947, rimase in attività fino ai primi anni 60.

  • commemorazione a Angera

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Angera

    Descrizione: Il 23 agosto, fino alla morte di Antonio Greppi avvenuta il 22 ottobre del 1982, l\'Anpi organizzava una visita al cimitero di Angera. Ora Mario Greppi, insieme ad altri due caduti Partigiani della zona, viene ricordato dal Comune di Angera con una corona di alloro nella cappella di famiglia e a Milano, il 23 agosto di ogni anno, viene deposta una corona sulla lapida, dove una volta c’era la sua casa, e dove è stato ferito a morte, al numero 5 di Viale San Michele del Carso.

Bibliografia


Antonio Greppi, Lunga lettera a Bianca, Ceschina, Milano, 1967
Antonio Greppi, Il bravo ragazzo, Ceschina, Milano, 1951
Arturo Colombo, Mario Greppi. Dimenticato eroe cinquant'anni, in “Corriere della Sera”, 21 agosto 1994
Jacopo Perazzoli (a cura di), Antonio Greppi novant’anni di socialismo: scritti scelti, Edizioni l’Ornitorinco, Milano, 2012
Antonio Greppi, Bianca Dal Molin, Dieci vite in una Sola – Due Voci per una Biografia, Edizioni l’Ornitorinco, Milano, 2012
Maria Silvia Caffari, Margherita Zucchi (a cura di), Giorgio Buridan. In cielo c'è sempre una stella per me: diario di guerra a cura del Commissario del raggruppamento Divisioni Partigiane Cisalpine, Tararà, Verbania, 2014

Sitografia


www.anpi.it

Fonti archivistiche

Fonti

L’archivio del padre Antonio e della brigata partigiana intitolata a Mario Greppi è in copia digitale presso Insmli, sede di Milano