Piazza Vesuvio, Milano, 16.11.1944

(Milano - Lombardia)

Piazza Vesuvio, Milano, 16.11.1944

Piazza Vesuvio, Milano, 16.11.1944
Descrizione

Località Piazza Vesuvio, Milano, Milano, Lombardia

Data 16 novembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Prelevati nottetempo dalle proprie abitazioni e assassinati per strada da fascisti di reparto ignoto.

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Sampellegrini Pierino, milite della Muti, fu assolto il 12 novembre 1946 dalla Cas di Milano con formula dubitativa. Il Sampellegrini ricorse in Cassazione che il 10 settembre 1947 lo assolse per non aver commesso il fatto

Scheda compilata da Giovanni Scirocco e Luigi Borgomaneri
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-18 22:16:18

Vittime

Elenco vittime

1. Borella Giuseppe, nato a Milano l\'11 marzo del 1903 appartenente alla 113. brigata Garibaldi SAP.
2. Piluso Gregorio, nato a Caltagirone (Catania) 1901.

Elenco vittime partigiani 1

Borella Giuseppe

Elenco vittime antifasciste 1

Piluso Gregorio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a viale Faenza 1, Milano

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: viale Faenza 1, Milano

    Descrizione: A Borella è dedicata una lapide presso la sua abitazione in viale Faenza 1.

  • lapide a via Famagosta 2, Milano

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via Famagosta 2, Milano

    Descrizione: Memoria in viale Famagosta 2, a Milano, dove abitava Gregorio Piluso

  • lapide a via Giuseppe Dezza 22, Milano

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via Giuseppe Dezza 22, Milano

    Descrizione: In via Giuseppe Dezza 22 dove Gregorio Piluso sarebbe stato fucilato il 15 novembre 1944, quest’ultima lapide fu apposta a cura de “i compagni del nucleo Piluso” nel 1948.

Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio INSMLI, Fondo CVL, b. 168, f. 551°
ASMi, Corte d’assise straordinaria di Milano, sentenza n. 357 del 12 novembre 1946
Fondazione ISEC, Carte Luigi Maradini.