Corso 28 Ottobre, Milano, 02.03.1944

(Milano - Lombardia)

Corso 28 Ottobre, Milano, 02.03.1944

Corso 28 Ottobre, Milano, 02.03.1944
Descrizione

Località Corso 28 Ottobre, Milano, Milano, Lombardia

Data 2 marzo 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: Il giorno 2 marzo 1944, in seguito allo sciopero delle maestranze milanesi contro l’occupazione tedesca, veniva fatto deragliare in corso 28 ottobre un tram della linea 22. Poiché la folla dei cittadini intorno al tram andava aumentando, la federazione fascista si affrettava a mandare sul posto una squadra della Muti, che fece uso delle armi, provocando l’uccisione del giovane Delasio Mario e il ferimento di tre donne

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Estremi e note penali: Poiret Dandolo, milite della legione Muti, condannato con sentenza del 21 ottobre 1946 della Cas di Milano ad anni dieci di reclusione, di cui cinque condonati per seminfermità mentale. Il 24 aprile 1947 la Corte di Cassazione annulla la sentenza per mancanza di motivazione sulle attenuanti generiche, rigettando nel resto il ricorso e rinviando la causa per nuovo giudizio alla sezione speciale della Corte di assise di Como

Scheda compilata da Giovanni Scirocco e Luigi Borgomaneri
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-22 10:56:04

Vittime

Elenco vittime

1. Delasio Mario

Elenco vittime civili 1

Delasio Mario

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Legione Autonoma mobile “Ettore Muti”

Tipo di reparto: Reparto speciale

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Dandolo Poiret

    Nome Dandolo

    Cognome Poiret

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento Poiret Dandolo, milite della legione Muti, condannato con sentenza del 21 ottobre 1946 della Cas di Milano ad anni dieci di reclusione, di cui cinque condonati per seminfermità mentale. Il 24 aprile 1947 la Corte di Cassazione annulla la sentenza per mancanza di motivazione sulle attenuanti generiche, rigettando nel resto il ricorso e rinviando la causa per nuovo giudizio alla sezione speciale della Corte di assise di Como

    Tipo di reparto fascista Reparto speciale

    Nome del reparto Legione Autonoma mobile “Ettore Muti”

Memorie
Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ASMi Corte d’assise straordinaria di Milano, sentenza n. 339 del 21 ottobre 1946