CASTAGNO GAMBASSI TERME 23-24.06.1944

(Firenze - Toscana)

CASTAGNO GAMBASSI TERME 23-24.06.1944

CASTAGNO GAMBASSI TERME 23-24.06.1944
Descrizione

Località Castagno, Gambassi Terme, Firenze, Toscana

Data 23 giugno 1944 - 24 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Tra il 21 e il 22 giugno 1944 i tedeschi completano l'occupazione del paese di Castagno, frazione del comune di Gambassi Terme in Valdelsa. In data incerta, il 23 o il 24 giugno, dal comando del Reggimento 1059 della 92. Divisione di fanteria (che in quei giorni è però assegnato alla 362. divisione assieme al Reggimento 1060) viene sottratta da ignoti una radiotrasmittente. A seguito dell'episodio viene disposto il rastrellamento degli uomini del paese che sono portati al comando tedesco impiantato nella fattoria “Il Castagno” dove vengono interrogati e alcuni di loro percossi. Tra i primi ad essere accusato del furto nonché di fiancheggiare i partigiani è il postino Guido Fontanelli, a cui si aggiunge anche il giovane Antonio Quintieri. I due non potendo o non volendo dare informazioni sull'accaduto, vengono pertanto uccisi dai tedeschi.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: La procura militare di La Spezia, dopo la riapertura della stagione processuale a seguito del rinvenimento della documentazione in Palazzo Cesi, riceve dalla Procura Generale Militare la corrispondenza relativa alle prime indagini svolte dagli alleati dopo i fatti, riaprendo così il caso. Il procedimento però è infine archiviato il 15 marzo 2001 dopo l'accertamento del decesso del tenente Winkler avvenuto nel 1993, l'ultimo responsabile ancora in vita, dato che il capitano Seifer era deceduto nel dicembre 1944 a Pieve Modolena in provincia di Reggio Emilia a seguito delle ferite riportate in uno scontro con i partigiani.

Annotazioni: Il capitano Volker Seifert era stato uno degli ufficiali della 717. (poi denominata 117.) Jägerdivision, un'unità che era stata responsabile di tre delle maggiori stragi compiute nei Balcani, quelle di Kraljevo, Kragujevac e Kalavryta. Giunto in Italia a lui fu affidato il comando di una “scuola per la lotta alle bande” creata nel marzo 1944 a Perugia e poi trasferita a Firenze.

Scheda compilata da Francesco Fusi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-03 01:21:54

Vittime

Elenco vittime

Fontanelli Guido, di anni 44.
Quintieri Antonio Riccardo, di anni 27.

Elenco vittime civili 2

Fontanelli Guido, di anni 44.
Quintieri Antonio Riccardo, di anni 27.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Grenadier-Regiment 1059/92. Infanterie-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Grenadier-Regiment 1060/92. Infanterie-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Konrad Winkler

    Nome Konrad

    Cognome Winkler

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di inchiesta alleata

    Note responsabile tenente che ha diretto il rastrellamento. Deceduto nel 1993.

    Note procedimento fu arrestato e interrogato il 9 gennaio 1945, confermando i fatti e sottolineando il ruolo centrale di Seifert nel gestire gli interrogatori delle vittime e degli altri civili fermati.

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto 92. Infanterie-Division

  • Sconosciuto Wetzell

    Nome Sconosciuto

    Cognome Wetzell

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di inchiesta alleata

    Note responsabile colonnello che ha diretto il rastrellamento.

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto 92. Infanterie-Division

  • Volker Seifert

    Nome Volker

    Cognome Seifert

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di inchiesta alleata

    Note responsabile capitano e ufficiale investigativo del 75. Corpo d’armata inviato sul posto che ha scelto e giustiziato le vittime. Deceduto nel dicembre 1944 a Pieve Modolena in provincia di Reggio Emilia a seguito delle ferite riportate in uno scontro con i partigiani.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Gambassi Terme, Municipio

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Gambassi Terme, Municipio

    Anno di realizzazione: 1965

    Descrizione: Il Comune di Gambassi Terme in occasione del ventesimo anniversario della Liberazione ha posto sul municipio una lapide a ricordo dei caduti della seconda guerra mondiale, tra i cui nomi sono ricordati quelli di Guido Fontanelli e di Antonio Quintieri.

  • lapide a Gambassi Terme, Castagno, San Vittore

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Gambassi Terme, Castagno, San Vittore

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: In occasione del primo anniversario dell\'eccidio la popolazione del Castagno pose in località San Vettore una lapide a ricordo dell\'uccisione di Guido Fontanelli e Antonio Quintieri.

Bibliografia


Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi nazifasciste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, pp. 115-16, 138.
Carlo Gentile (a cura di), Le stragi nazifasciste in Toscana 1943-1945, 4. Guido archivistica alla memoria. Gli archivi tedeschi, Carocci editore, Roma, 2005, pp. 31, 78.

Sitografia


http://epigrafinascoste.blogspot.it/2014/08/gambassi-terme-caduti-delle-guerre.html
http://www.regione.toscana.it/-/san-vettore

Fonti archivistiche

Fonti

NA, RG 153, b. 530, f. 106 “Castagno”.
TMT La Spezia, f. 239/96