Aicurzio, 26.07.1944

(Monza e della Brianza - Lombardia)

Aicurzio, 26.07.1944

Aicurzio, 26.07.1944
Descrizione

Località Aicurzio, Aicurzio, Monza e della Brianza, Lombardia

Data 26 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Arrestato e detenuto nel carcere di Monza per aver distribuito volantini contro i nazifascisti
Impiccato per rappresaglia in seguito dell’attentato al traliccio dell’alta tensione eretto sulla strada campestre che conduce da Aicurzio a Sulbiate Superiore. Il corpo senza vita del ragazzo rimase appeso al traliccio tutto il giorno e furono vietate cerimonie e cortei funebri. Solo il parroco, a tarda sera, potè impartire la benedizione alla salma presso il cimitero del paese

Modalità di uccisione: impiccagione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Lesma Luigi, milite della Gnr, fu assolto l’8 novembre 1946 dalla Cas di Milano per non aver commesso il fatto

Annotazioni: Secondo la testimonianza di Abele Biffi, ex sindaco di Aicurzio, i fascisti costruirono ad arte contro di lui alcune accuse false, tra cui quella di aver ferito un soldato tedesco. La sua "grave colpa", invero, fu quella di essere il fratello minore di Luigi, iscritto al Partito Comunista e membro dei Gruppi d’azione patriottica.

A seguito dell’attentato al traliccio dell’alta tensione, i fascisti locali andarono dal podestà e dal parroco di Aicurzio, ai quali chiesero i nominativi di otto cittadini del paese, tra i più esagitati antifascisti e contrari al regime. Avendo avute risposte negative, i fascisti, che per l’occasione indossarono le divise dei soldati tedeschi, prelevarono Giovanni dal carcere di Monza e lo portarono ad Aicurzio ove, per rappresaglia, lo impiccarono.

Scheda compilata da Giovanni Scirocco e Luigi Borgomaneri
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-17 22:27:17

Vittime

Elenco vittime

1. Bersan Giovanni, n. a Ronco all’Adige il 12 luglio 1926, appartenente alla 150. brigata Diomede

Elenco vittime partigiani 1

Bersan Giovanni

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS reparto non precisato

Tipo di reparto: Waffen-SS

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Aicurzio

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Aicurzio

    Descrizione: Un cippo con due targhe commemorative sotto il traliccio dove Giovanni Bersan fu impiccato.

  • luogo della memoria a Aicurzio

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Aicurzio

    Descrizione: Il Comune di Aicurzio ha dedicato una via del paese a Giovanni Bersan

Bibliografia


Pietro Arienti, Dalla Brianza ai Lager del Terzo Reich, 2011
Parrocchia di Aicurzio, Liber Chronicus, anno 1944

Sitografia


http://colnaghistoriaestorie.blogspot.it/2012/09/la-tragica-fine-di-giovanni-bersan-18.html

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio INSMLI, Fondo CVL, B. 170, F. 565
ASMi, Corte d’assise straordinaria di Milano, sentenza n. 355 dell’8 novembre 1946