BADIOLA CASTIGLIONE DELLA PESCAIA 12-17.06.1944

(Grosseto - Toscana)

BADIOLA CASTIGLIONE DELLA PESCAIA 12-17.06.1944

BADIOLA CASTIGLIONE DELLA PESCAIA 12-17.06.1944
Descrizione

Località Badiola, Castiglione della Pescaia, Grosseto, Toscana

Data 12 giugno 1944 - 17 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: La formazione partigiana del Gruppo “Tirli” fu costituita a fini operativi all’inizio del mese di giugno 1944 e raggruppò un insieme di bande, tra cui quelle di Vetulonia Ravi e Caldana, che si erano formate già nel settembre 1943, sotto la guida di Sabatino Peotti. La sua zona d’azione comprendeva le località di Tirli, Castiglione della Pescaia, Ravi, Caldana, Scarlino e Follonica. Il Gruppo “Tirli” annoverava tra le sue file anche 224 militari sovietici, ex-appartenenti all’esercito tedesco. A Ravi agiva tra gli altri il partigiano Dante Campori, uno sbandato del Regio Esercito originario di Bologna. Fino al decisivo mese di giugno la banda di Caldana-Ravi compì atti di sabotaggio, interruzioni alle linee di comunicazione e attacchi ai mezzi tedeschi. Nella prima metà del mese, contemporaneamente all’avanzata alleata, si acuirono gli scontri tra tedeschi e partigiani. Dopo le occupazioni dei paesi di Tirli, Vetulonia e Scarlino, oltre che della caserma di Ravi, l’11 giugno i partigiani del Gruppo “Tirli” si portarono a Gavorrano e ingaggiarono un duro scontro con le forze tedesche, prima di esser costretti a ripiegare. Il 14 giugno, nel corso di un rastrellamento in zona Ampio teso a isolare questa formazione, i soldati germanici catturarono il partigiano Dante Campori. Condotto al comando tedesco di Pian d’Alma, fu interrogato e si rifiutò di parlare. Tre giorni dopo fu fucilato in località Badiola (Castiglione della Pescaia). A Campori toccò la stessa sorte di un altro partigiano del Gruppo “Tirli”, Flavio Agresti, ucciso dai tedeschi l’11 giugno. Grazie all’importante ruolo svolto dai partigiani nelle retrovie, il 22 giugno gli Alleati entrarono a Scarlino e poterono liberare definitivamente tutta l’area di azione del Gruppo “Tirli”, senza aver dovuto sostenere alcun combattimento sul lato sinistro della strada Statale Aurelia.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Marco Grilli
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-05 22:18:37

Vittime

Elenco vittime

Campori Dante, nato il 12/04/1916 a Bologna, militare nel 14. Reggimento costiero, dopo l’armistizio dell’otto settembre 1943 restò in zona e fu partigiano del Gruppo “Tirli” (Raggruppamento “Monte Amiata”, settore C), con le funzioni di comandante di nucleo (12 settembre 1943-31 dicembre 1943, grado di sergente), di squadra (1 gennaio 1944-31 marzo 1944, grado di sergente maggiore) e di distaccamento (1 aprile 1944-17 giugno 1944, grado di sottotenente). Ha ottenuto il riconoscimento di partigiano combattente caduto del Gruppo “Tirli” (Raggruppamento “Monte Amiata”, settore C) e alla sua memoria è stata conferita la medaglia d’argento al Valor Militare.

Elenco vittime partigiani 1

Campori Dante.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • altro a Ravi di Gavorrano.

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Ravi di Gavorrano.

    Descrizione: A Ravi di Gavorrano a Dante Campori è stata dedicata una piazza.

  • museo a Grosseto, ISGREC

    Tipo di memoria: museo

    Ubicazione: Grosseto, ISGREC

    Descrizione: Mostra permanente dell’Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’Età contemporanea (Isgrec): “Stragi nazifasciste nella provincia di Grosseto”, visitabile presso la sede dell’Isgrec in Via de’ Barberi 61, Grosseto.

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Descrizione: Alla memoria di Dante Campori è stata assegnata la medaglia d’argento al Valor Militare.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Anno di realizzazione: 2014

    Descrizione: L’8 maggio 2014, l’Anpi di Gavorrano e Scarlino, in collaborazione con “Centrosinistra Gavorrano Bene Comune”, ha organizzato un’iniziativa per commemorare il partigiano Dante Campori, al quale ha preso parte il fratello novantenne Paolo, anch’egli partigiano, che ha riportato la sua testimonianza diretta sulla guerra di Liberazione.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Anno di realizzazione: 2015

    Descrizione: Il 25 aprile 2015, nell’ambito delle varie iniziative organizzate dall’amministrazione comunale di Gavorrano per la Festa di Liberazione, a Ravi è stato deposto un vaso di fiori in memoria di Dante Campori.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Anno di realizzazione: 2015

    Descrizione: Il 22 giugno 2015, in occasione del 71. anniversario della Liberazione, il Comune di Gavorrano, in collaborazione con l’Anpi di Gavorrano e Scarlino, ha organizzato una seduta straordinaria per ricordare i valori della Resistenza e i partigiani che lottarono per liberare la Maremma, soffermandosi in particolar modo sulla figura di Dante Campori.

Bibliografia


Nicola Capitini Maccabruni, La Maremma contro il nazifascismo, La Commerciale, Grosseto, 1985, p. 139.
Luciano Casella, La Toscana nella guerra di liberazione, La Nuova Europa Editrice, Carrara, 1972, p. 191-192.
Comitato per le celebrazioni del XX della Resistenza, La Provincia di Grosseto alla macchia. Atti e documenti delle formazioni partigiane e del Comitato Provinciale di Liberazione Nazionale, Amministrazione provinciale, Grosseto, 1965, pp. 136-142.
Comitato Toscano di Liberazione Nazionale, 1943-’45, La liberazione in Toscana. La storia, la memoria. Testimonianze, ricordi dai comuni toscani, Giampiero Pagnini editore, Firenze, 1994, pp. 114, 120.
Carlo Gentile, Le stragi nazifasciste in Toscana 1943-45. 4. Guida archivistica alla memoria. Gli archivi tedeschi, Carocci, Roma, 2005, pp. 47, 93.
Renzo Vanni, La Resistenza dalla Maremma alle Apuane, Giardini, Pisa, 1972, pp. 124-125.
Giovanni Verni, Cronologia della Resistenza in Toscana, Roma, Carocci, 2005, cd allegato.

Sitografia


iltirreno.geolocal.it
memoriadibologna.comune.bologna.it
www.grossetocontemporanea.it
www.isgrec.it
www.istoresistenzatoscana.it
www.radiomaremmarossa.it

Fonti archivistiche

Fonti

AS Grosseto, Fondo R. Prefettura, b. 797, f. Relazioni della Resistenza.
ISGREC, Fondo Resistenza in Maremma, v. 4 Fondo Capitini-Maccabruni, Cartografia.
ISGREC, Fondo Anpi, Serie II, b. 33, Relazione sulle bande facenti parte del Gruppo Tirli (Raggruppamento Monte Amiata settore C).
ISGREC, Fondo Anpi, Serie II, b. 5, f. 219, Campori Dante.
ISGREC, Fondo Anpi, Serie II, b. 17, Elenchi fucilati per rappresaglia dai nazifascisti; pratiche per pensioni ai discendenti; pratiche per sussidi ai familiari e per pensioni.