SANTA CRISTINA VALTOPINA 24.04.1944

(Perugia - Umbria)

SANTA CRISTINA VALTOPINA 24.04.1944

SANTA CRISTINA VALTOPINA 24.04.1944
Descrizione

Località Santa Cristina, Valtopina, Perugia, Umbria

Data 24 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Secondo la testimonianza del fratello Armando (nato a Valtopina nel 1928 e ivi residente in frazione Santa Cristina), l'uccisione di Gaspare avviene il 24 aprile 1944, allorché entrambi sono allertati dal padre affinché si nascondano visto il passaggio di un nutrito reparto tedesco. Armando non aveva ancora obblighi di leva, ma Gaspare era renitente. Si appartano in due punti diversi, ma Gaspare esce prima del dovuto e viene visto da alcuni militari, che condottolo poco lontano dal luogo della cattura lo uccidono.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Annotazioni: È nota e circolante anche un'altra versione dei fatti: Coccia sarebbe stato visto da militari tedeschi trasportare con il proprio asino il corpo di un partigiano appena ucciso in combattimento e, per questo motivo, ammazzato egli stesso. Il partigiano era Marcello Mancinelli, nato a Spello (Perugia) il 2 gennaio 1926, riconosciuto nella IV brigata Garibaldi Foligno, dal 16 gennaio al 27 aprile 1944, «civile, caduto in combattimento a Valtopina». La sepoltura di Mancinelli nel cimitero civico della sua città natale, che condivide con tre spellani morti da volontari con il gruppo di combattimento “Cremona”, conferma che la sua morte è avvenuta a Valtopina il 27 aprile 1944.
La versione dei fatti riportata nella descrizione è stata fornita da Armando Coccia in un'intervista ad una ricercatrice locale il 2 aprile 2014 e recentemente confermata in occasione dell'inaugurazione di un cippo ad un altro caduto nel territorio di Valtopina.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La vicenda di Coccia è nota e ancora ricordata nella piccola comunità locale. Come avvenuto anche per i fatti della confinante area nocerina per le tragiche vicende del rastrellamento iniziato il 17 aprile 1944, pure la vicenda di Coccia è stata composta e tramandata in un canto, ancora conosciuto ed eseguito.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-31 18:15:18

Vittime

Elenco vittime

Coccia Gaspare, nato a Valtopina il 13/05/1922 e ivi residente in frazione Santa Cristina. Renitente alla leva e legato ai partigiani.

Elenco vittime renitenti 1

Coccia Gaspare.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • altro a Valtopina, Santa Cristina

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Valtopina, Santa Cristina

    Descrizione: Esiste una croce sul luogo dell\'uccisione di Coccia, al margine della strada che conduce a Santa Cristina di Valtopina.

Bibliografia


Tommaso Rossi, Tracce di memoria. Guida ai luoghi della Resistenza e degli eccidi nazifascisti in Umbria, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2013, p. 497.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti