VIA ROMA, TRENTOLA DUCENTA, 01.10.1943

(Caserta - Campania)

VIA ROMA, TRENTOLA DUCENTA, 01.10.1943

VIA ROMA, TRENTOLA DUCENTA, 01.10.1943
Descrizione

Località via Roma, Trentola-Ducenta, Caserta, Campania

Data 1 ottobre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: Trentola Ducenta è ubicata al confine tra la provincia di Napoli e quella di Caserta: dal punto di vista amministrativo rientra nel territorio di quest’ultima.
Il 4 ottobre, durante il ripiegamento delle truppe tedesche verso le linee Anni e Viktor, altri due civili vennero colpiti nell’abitato verso mezzogiorno. I tedeschi piazzarono una mitragliatrice alla fine di via Roma sparando all’impazzata su chiunque transitasse sulla strada. Furono colpite due persone: un’ortolana di Aversa, che si era avventurata per vendere la sua merce, che rimase ferita da un proiettile alla coscia, ed un anziano che, colpito alle parti genitali da una raffica di mitra, fu ricoverato all’ospedale di Aversa, dove morì dopo un paio di settimane.
Nel corso della ritirata i guastatori tedeschi minarono alcuni ponti ferroviari della direttissima Napoli-Roma, e lo storico e monumentale Ponte a Selice sui Regi Lagni.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: minamenti e esplosioni

Tipo di massacro: ripulitura e desertificazione

Estremi e note penali: Responsabili delle uccisioni potrebbero essere stati soldati appartenenti alla KG von Ziethen la cui presenza è attestata nell’area dalle cartine militari tedesche relative al 2-3 ottobre.
Va segnalato che il Pz.Aufk.Abt.103 (reparto esplorante corazzato), la maggiore unità della menzionata KG, il 1° ottobre si trovava nei pressi di Mugnano, a nord di Napoli, una quindicina di chilometri a sud di Frignano, ed è quasi sicuramente l’unità responsabile dell’eccidio che ivi venne consumato (Gentile, pp. 17-18).
Tuttavia, bisogna segnalare che responsabili potrebbero essere guastatori appartenenti ad una delle compagnie del battaglione genio della Panzer-Division Hermann Göring, probabilmente aggregate alla KG Maucke che era stata responsabile di quel settore fino al 1° ottobre.
Sent. G.I. TMT Napoli n. 546/68 del 28/06/1968, non doversi procedere a carico di ignoti. (Parti lese: Grassia Carlo)
Tribunale competente:
Procura Militare NAPOLI

Scheda compilata da GIUSEPPE ANGELONE
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-23 21:50:27

Vittime

Elenco vittime

Grassia Carlo (o Paolo), n. 12/09/1867, anni 76

Elenco vittime civili 1

Grassia Carlo (o Paolo)

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Sconosciuto Haeffner

    Nome Sconosciuto

    Cognome Haeffner

    Note responsabile comandante Pz.Pi.Btl. HG

    Note procedimento Responsabili delle uccisioni potrebbero essere stati soldati appartenenti alla KG von Ziethen la cui presenza è attestata nell’area dalle cartine militari tedesche relative al 2-3 ottobre. Va segnalato che il Pz.Aufk.Abt.103 (reparto esplorante corazzato), la maggiore unità della menzionata KG, il 1° ottobre si trovava nei pressi di Mugnano, a nord di Napoli, una quindicina di chilometri a sud di Frignano, ed è quasi sicuramente l’unità responsabile dell’eccidio che ivi venne consumato (Gentile, pp. 17-18). Tuttavia, bisogna segnalare che responsabili potrebbero essere guastatori appartenenti ad una delle compagnie del battaglione genio della Panzer-Division Hermann Göring, probabilmente aggregate alla KG Maucke che era stata responsabile di quel settore fino al 1° ottobre. Sent. G.I. TMT Napoli n. 546/68 del 28/06/1968, non doversi procedere a carico di ignoti. (Parti lese: Grassia Carlo) Tribunale competente: Procura Militare NAPOLI

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto Pz.Pi.Btl/Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Göring“/Kampfgruppe Maucke/XIV. Panzerkorps

  • Sconosciuto von Zieten

    Nome Sconosciuto

    Cognome von Zieten

    Note responsabile comandante Kampfgruppe

    Note procedimento Responsabili delle uccisioni potrebbero essere stati soldati appartenenti alla KG von Ziethen la cui presenza è attestata nell’area dalle cartine militari tedesche relative al 2-3 ottobre. rnVa segnalato che il Pz.Aufk.Abt.103 (reparto esplorante corazzato), la maggiore unità della menzionata KG, il 1° ottobre si trovava nei pressi di Mugnano, a nord di Napoli, una quindicina di chilometri a sud di Frignano, ed è quasi sicuramente l’unità responsabile dell’eccidio che ivi venne consumato (Gentile, pp. 17-18).rnTuttavia, bisogna segnalare che responsabili potrebbero essere guastatori appartenenti ad una delle compagnie del battaglione genio della Panzer-Division Hermann Göring, probabilmente aggregate alla KG Maucke che era stata responsabile di quel settore fino al 1° ottobre. rnTribunale competente:rnProcura Militare NAPOLI

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto Pz.Pi.Btl/Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Göring“/Kampfgruppe Maucke/XIV. Panzerkorps

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a

    Tipo di memoria: monumento

    Descrizione: Monumento ai Caduti per la Patria

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: IV novembre

Bibliografia


Friedrich Andrae, La Wehrmacht in Italia. La guerra delle forze armate tedesche contro la popolazione civile 1943-1945, Editori Riuniti, Roma, 1997
Giuseppe Capobianco, La giustizia negata. L’occupazione nazista in Terra di Lavoro dopo l’8 settembre 1943, Centro C. Graziadei, Caserta, s. d. [1989]
Giuseppe Capobianco, Il recupero della memoria. Per una storia della Resistenza in Terra di Lavoro - autunno 1943, Napoli, 1995
Felicio Corvese (a cura di), Erba rossa. Mostra documentaria e fotografica sulle stragi naziste del 1943 in Campania, catalogo, Istituto Campano per la Storia della Resistenza “V. Lombardi”, Napoli, 2003
Felicio Corvese, L’autunno di sangue in Campania, in «Resistenza/Resistoria», Bollettino dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza “Vera Lombardi”, n. s., 2/2004, pp. 29-34
Felicio Corvese, La guerra nazista contro i civili dell’autunno 1943 nella Campania settentrionale, in «Resistenza/Resistoria», cit., terza serie, 2007-2008, pp. 117-139
Gloria Chianese, “Quando uscimmo dai rifugi”. Il Mezzogiorno tra guerra e dopoguerra (1943-46), Carocci,Roma, 2004
Carlo Gentile, Itinerari di guerra: la presenza delle truppe tedesche nel Lazio occupato 1943-1944, Pubblicazioni online dell’Istituto Storico Germanico di Roma, s.d.
Gabriella Gribaudi, Le stragi naziste tra Salerno e la linea Gustav, in Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, a cura di G. Gribaudi, Napoli, L’Ancora del Mediterraneo,2003, pp. 17-57
Gabriella Gribaudi, Guerra totale. Tra bombe alleate e violenze naziste. Napoli e il fronte meridionale 1940-44, Torino, 2005
Lutz Klinkhammer, L’occupazione tedesca in Italia 1943-45, Bollati Boringhieri, Torino 1993
Lutz Klinkhammer, Stragi naziste in Italia. La guerra contro i civili (1943-44), Donzelli, Roma, 1997
Franco Pezzella, Rappresaglia Nazista ed Episodi di Resistenza nell’agro Atellano e Aversano dopo l’8 Settembre del ’43, in «Rassegna Storica dei Comuni, Studi e ricerche storiche locali», a. XXXII (nuova serie), nn. 138-139, settembre-dicembre 2006
Gerhard Schreiber, La vendetta tedesca 1943-1945. Le rappresaglie naziste in Italia, Milano, Mondadori, 2001

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CPI 10/32
AUSSME, N 1/11, b. 2133
BA-MA RH 20-10/66 Lagenkarten (21/09-05/10/1943)