MONTELEONE DI SPOLETO 31.03-05.04.1944

(Perugia - Umbria)

MONTELEONE DI SPOLETO 31.03-05.04.1944

MONTELEONE DI SPOLETO 31.03-05.04.1944
Descrizione

Località Monteleone di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Perugia, Umbria

Data 31 marzo 1944 - 5 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 4

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: Tale episodio si colloca all'interno della “Grossunternehmen gegen die Banden”, partita il 31 marzo 1943 e che ha investito per circa dieci giorni tutta la zona operativa della brigata “Gramsci”. Catture e deportazioni vi sono state in ogni Comune investito, oltre ad incendi, danneggiamenti e cannoneggiamenti di case e interi centri abitati.
Le cinque vittime fatte dal rastrellamento in quest'area cadono in due date diverse: Peroni e Poli il 31 marzo in frazione Butino, ma non si hanno a disposizione particolari dettagli sull'uccisione.
Il 5 aprile vengono invece catturati e fucilati, a ridosso del pendio a sud-ovest dell'abitato di Monteleone, Bernardini, Ciampini e Sereni, uno dei più noti ed impegnati antifascisti del paese. Sono tutti accusati di connivenza con i partigiani e sostegno in vari modi nei loro confronti. Secondo diverse risultanze documentarie, e testimonianze, Ciampini e Sereni vengono addirittura sepolti vivi.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: deportazione della popolazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Dalle loro tombe, a differenza di tutta la documentazione analizzata, Ciampini e Sereni risultano morti il giorno 6 luglio.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Come tutti gli episodi legati alla “Grossunternehnem gegen die Banden”, la memoria è ancora ben radicata, senza polemiche o recriminazioni reciproche, nelle singole comunità.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-13 15:14:20

Vittime

Elenco vittime

Peroni Antonio, di anni 24, residente a Monteleone di Spoleto, contadino e antifascista.
Poli Attilio, di anni 29, residente a Monteleone di Spoleto, contadino e antifascista.
Bernardini Luigi, nato il 24/09/1925, residente a Monteleone di Spoleto, contadino e antifascista, riconosciuto partigiano della brigata “Gramsci” dal 1 febbraio al 5 aprile 1944, «fucilato a Monteleone di Spoleto».
Ciampini Carlo, di anni 67, residente a Monteleone di Spoleto, contadino e antifascista.
Sereni Giuseppe, nato a Monteleone di Spoleto il 09/03/1899, ivi residente, contadino, civile, antifascista, riconosciuto partigiano della brigata “Gramsci” dal 1 novembre 1943 al 06/04/1944, «caduto a Monteleone di Spoleto, vice-comandante di squadra, maresciallo».

Elenco vittime antifasciste 5

Peroni Antonio.
Poli Attilio.
Bernardini Luigi.
Ciampini Carlo.
Sereni Giuseppe.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Banden-Bekämpfungs-Stab von Kamptz

Tipo di reparto: Polizei

I./SS-Polizei-Regiment 20

Tipo di reparto: Polizei

II./Regiment 3. “Brandenburg”

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Alarmeinheiten/Platzkommandantur Rieti/14. Armee

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Luftwaffe reparto non precisato


Appartenenza: Luftwaffe

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Jürgen Kamptz von

    Nome Jürgen

    Cognome Kamptz von

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile SS Gruppenführer comandante del Bandenbekämpfungsstab 14. Armee

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto Banden-Bekämpfungs-Stab von Kamptz

  • Werner Wilcke

    Nome Werner

    Cognome Wilcke

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile SS Sturmbannführer, comandante del 1./20 SS Polizei Regiment.

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto I./SS-Polizei-Regiment 20

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • altro a Spoleto, Monteleone

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Spoleto, Monteleone

    Descrizione: Stele che nell\'abitato di Monteleone ricorda tutte le sue sei vittime del nazifascismo. Non si è a conoscenza di eventuali segni in frazione Butino sul luogo dell\'uccisione di Poli e Peroni il 31 marzo 1944.

Bibliografia


Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2007, pp. 87, 174.
Sergio Bovini, a cura di, Relazione del comandante il battaglione “Cimarelli” della brigata “A. Gramsci”, in L'Umbria nella Resistenza, vol. 1, Editori Riuniti, Roma, 1972, pp. 276-282, pp. 280-281.
Giuseppe Gubitosi, Il diario di Alfredo Filipponi comandante partigiano, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 1991, pp. 379, 386.
Tommaso Rossi, Tracce di memoria. Guida ai luoghi della Resistenza e degli eccidi nazifascisti in Umbria, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2013, pp. 683-721.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AS Isuc, Anpi Terni, Resistenza/Liberazione, b. 2 «Riconoscimento qualifiche 1946-1948».
AS Perugia, Prefettura di Perugia, Gabinetto riservato, b. 145, f. 6, sf. C, cc. 5-6.