SORIASCO, SANTA MARIA DELLA VERSA, 18.09.44

(Pavia - Lombardia)

SORIASCO, SANTA MARIA DELLA VERSA, 18.09.44

SORIASCO, SANTA MARIA DELLA VERSA, 18.09.44
Descrizione

Località Soriasco, Santa Maria della Versa, Pavia, Lombardia

Data 18 settembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: Da Stradella tedeschi e fascisti, risaliti verso S. Maria della Versa la bombardano e la saccheggiano, stessa sorte tocca alle località vicine, tra cui Soriasco e Golferenzo. Nel tardo pomeriggio, nello scontro tra “un convoglio fascista preceduto da una motocicletta” e un gruppo di matteottini muore Dario Barni.
Don Toccalino, parroco di Soriasco, alla data del 18 settembre, annota nel suo diario: “Io sono in chiesa, con le porte tutte sprangate, per timore che tedeschi e repubblicani, abbiano a prendere chi trovano per ostaggi, come hanno fatto altrove”. I contadini del paese sono duramente colpiti nelle loro scorte vive. Non hanno avuto il tempo di liberare gli animali, spingendoli verso i boschi, unica via provvisoria di salvezza. Come se non bastasse: “I tedesco-repubblicani (…) dalla cantina sociale asportano mille bottiglie di spumante e poi, soddisfatti della loro spedizione punitiva, cantando se ne partono per Stradella”. Sennonché vengono affrontati nuovamente dai partigiani a Begoglio. Nella battaglia, secondo don Toccalino, i tedesco-repubblicani avranno “una quindicina di morti e una trentina di feriti. Giusta e inaspettata punizione!” Non siamo in grado di verificare se il dato corrisponde a verità. Attendibile pare invece la descrizione della morte di una parrocchiana che don Toccalino ha appreso dal marito: “Nella prima sparatoria verso la frazione Zerbone, una brava donna, mamma di due figli cresimati in maggio, Scabini Ernesta moglie di Bertaccini Lino (…) mentre ritornava a casa dalla campagna, dove si era recata per chiamare il marito a mettersi al riparo, fu colpita da alcune scheggie. Rimasta circa mezz’ora sul terreno perché era pericoloso esporsi, fu poi portata a casa a spalle dal marito e morì dissanguata quasi subito. Da notare che mentre il marito disfatto dal dolore nel vedersi spirare la moglie, arrivavano in casa due repubblicani che gli spianarono contro i fucili e per un buon quarto d’ora dovettero stare immobili”.
L’altro civile ucciso è il contadino Ernesto Guastoni, ferito dai tedeschi a Roncole di Montù Beccaria, veniva ricoverato nell’ospedale di Stradella, dove moriva 10 giorni dopo.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Annotazioni: Non si conosce il reparto di tedeschi che ha partecipato all’azione

Scheda compilata da MARIA ANTONIETTA ARRIGONI E MARCO SAVINI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-10 13:19:42

Vittime

Elenco vittime

Scabini Ernesta, nata a Golferenzo (PV) il 4 agosto 1898, residente a S. Maria della Versa. Contadina.

Elenco vittime civili 1

Scabini Ernesta

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Santa Maria della Versa

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Santa Maria della Versa

    Descrizione: Il nome della Scabini è ricordato nel monumento ai caduti di S. Maria della Versa.

Bibliografia


Ugo Scagni, La Resistenza e i suoi caduti tra il Lesima e il Po, Guardamagna, Varzi, 20002, pp. 39, 191, 377-378, 418, 450.
Ugo Scagni, La Resistenza scolpita nella pietra, Guardamagna, Varzi, 2003, pp. 57-58.
Innocenzo Toccalino, Memorie pastorali, in Paola Chiesa, Roberto Bernini (a cura di), Schegge di vita. Santa Maria della Versa nei cinque anni di guerra. 1940-1945, Varzi, Guardamagna, 2010, p. 67-69.
Bruno Meriggi, La 1a Brigata Matteotti in Oltrepò Pavese, Varzi, Guardamagna, 1996, pp. 54-55. Giulio Guderzo, L’altra guerra. Neofascisti, tedeschi, partigiani, partigiani, popolo in una provincia padana. Pavia 1943 – 1945, Il Mulino, Bologna, 2002, pp. 368-369.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti