FORTE BRAVETTA ROMA 20.01.1944

(Roma - Lazio)

FORTE BRAVETTA ROMA 20.01.1944

FORTE BRAVETTA ROMA 20.01.1944
Descrizione

Località Forte Bravetta, Roma, Roma, Lazio

Data 20 gennaio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Salvatore Petronari, antifascista, comunista e legato ai GAP, tradito da una spia italiana, viene arrestato dalla polizia tedesca che lo rinchiude a via Tasso. Dopo essere stato torturato, viene condannato a morte dal Tribunale militare tedesco e fucilato il 20 gennaio 1944, assieme a Andrea Franceschetti, che invece era stato giudicato dal Tribunale della divisione “Hermann Goering” ad Anagni. L’accusa, per Franceschetti, e di “violenza contro le forze armate tedesche”.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da AMEDEO OSTI GUERRAZZI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-06-02 06:24:01

Vittime

Elenco vittime

1. Franceschetti Andrea, nato il 17 luglio 1894;
2. Petronari Salvatore, nato a Roma il 4 febbraio 1904, commerciante, appartenente al PCI, partigiano

Elenco vittime civili 1

Franceschetti Andrea

Elenco vittime partigiani 1

Petronari Salvatore

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Militärgericht Rom

Tipo di reparto: Wehrmacht

Militärgericht/Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Göring“

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Forte Bravetta, Roma

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Forte Bravetta, Roma

    Descrizione: Lapide ai caduti di Forte Bravetta esposta all’ingresso del forte stesso

Bibliografia


Augusto Pompeo, Forte Bravetta. Una fabbrica di morte dal fascismo al primo dopoguerra, Odradek, Roma, 2012

Sitografia


http://www.anpi.it/donne-e-uomini/giacomo-petronari/;
http://www.ultimelettere.it

Fonti archivistiche

Fonti