Civitella d’Agliano, 13 giugno 1944

(Viterbo - Lazio)

Civitella d’Agliano, 13 giugno 1944

Civitella d’Agliano, 13 giugno 1944
Descrizione

Località Civitella d’Agliano, Civitella d'Agliano, Viterbo, Lazio

Data 13 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime donne 2

Numero vittime donne bambine 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: Il 13 giugno 1944 militari tedeschi in ritirata, senza alcun motivo apparente, aprono il fuoco contro una famiglia uccidendo una bambina. Lo stesso giorno, alle ore 6 del mattino, una donna (Sestilia Frigi) era stata uccisa in presenza del marito, anche in questo caso senza alcun motivo apparente. Nella stessa circostanza di questi due episodi, altri due civili (padre e figlio) vengono catturati, torturati e fucilati. I loro corpi vengono poi sepolti a testa in giù.

Modalità di uccisione: fucilazione,uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da Amedeo Osti Guerrazzi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-11-06 08:10:32

Vittime

Elenco vittime

1. Frigi Sestilia, nata a Civitella d’Agliano il 3 marzo 1903
2. Sberna Quinta, nata a Castiglione in Teverina il 5 luglio 1938
3. Del Medico Anatolio, nato a Civitella d’Agliano il 25 maggio 1892
4. Del Medico Amelio, nato a Orvieto il 25 maggio 1923

Elenco vittime civili 4

Frigi Sestilia,
Sberna Quinta,
Del Medico Anatolio,
Del Medico Amelio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Aussme, n1/11, b.2132bis