SELLA CIARELLI VALLE CASTELLANA 26.09.1943

(Teramo - Abruzzo)

SELLA CIARELLI VALLE CASTELLANA 26.09.1943

SELLA CIARELLI VALLE CASTELLANA 26.09.1943
Descrizione

Località Sella Ciarelli, Valle Castellana, Teramo, Abruzzo

Data 26 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 4

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: All’indomani della sconfitta tedesca, impartita dai partigiani presso Bosco Martese, i soldati del Reich si fecero promotori di azioni di rappresaglia e rastrellamento contro i patrioti e i civili del luogo. Il 26 settembre 1943 i nazisti intrapresero una vasta azione combinata di reparti di fanteria e artiglieria per snidare i patrioti radunati al Ceppo.
In particolare un reparto di 60 soldati tedeschi occupò la caserma dell’Arma di Valle Castellana- Pascellata e arrestò i militari italiani di quella stazione, con l’accusa di aver collaborato con i partigiani.
Durante lo scontro il Brigadiere Leonida Barducci e i due carabinieri Settimio Annecchini e Angelo Cianciosi vennero disarmati e fatti prigionieri. Un carabiniere riuscì a fuggire.
Al termine di un sommario interrogatorio-processo, di fronte all’ostinato rifiuto di fornire i nomi e i nascondigli dei partigiani, i tedeschi fucilarono i condannati in località Sella Ciarelli.
Fu trucidato anche il Sergente Maggiore degli Alpini Donato Renzi, legato da profonda amicizia con Settimio Annechini. In licenza forzata dopo l’8 settembre per lo scioglimento della sua e delle altre divisioni, il Sergente viveva a Pascellata (località di Valle Castellana) in una casa vicino la caserma dei Carabinieri. Renzi doveva scontare la colpa di aver generosamente ospitato nella propria abitazione un soldato neozelandese. Il milite alleato tradì la fiducia dell’alpino. Infatti una volta arrestato, con la speranza di ricevere in cambio la libertà, indicò ai nemici l’alloggio dove era stato ospitato. I tedeschi arrestarono Renzi e lo fucilarono assieme ai carabinieri e al neozelandese.
I cadaveri, per ordine di un ufficiale tedesco, rimasero sul posto dell’uccisione fino al 6 ottobre 1943, data in cui, con l’autorizzazione dello stesso funzionario, furono seppelliti nel cimitero di Pascellata, dove tuttora riposano. La salma di Angelo Cianciosi nel 1946 è stata traslata nel cimitero di Furci (Chieti).

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Alessia D\'Innocenzo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-01-30 13:20:25

Vittime

Elenco vittime

Annecchini Settimio.
Barducci Leonida.
Cianciosi Angelo.
Renzi Donato.
Vittima ignota.

Elenco vittime carabinieri 3

Annecchini Settimio.
Barducci Leonida.
Cianciosi Angelo.

Elenco vittime legate a partigiani 1

Renzi Donato.

Elenco vittime indefinite 1

Vittima ignota.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Luftwaffe reparto non precisato


Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Valle Castellana, Sella Ciarelli

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Valle Castellana, Sella Ciarelli

    Anno di realizzazione: 2001

    Descrizione: ll 24 giugno 2001 fu inaugurato con una solenne manifestazione e con il concorso di tutte le Associazioni Nazionali dei Carabinieri d’Abruzzo e di Ancona il monumento alle vittime della violenza tedesca. Alla cerimonia erano presenti tutte le autorità ter

  • lapide a Bosco Martese

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bosco Martese

    Descrizione: Ricordo marmoreo sulla facciata della casa cantoniera.

  • commemorazione a Furci

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Furci

    Anno di realizzazione: 2016

    Descrizione: 30 aprile 2016: Furci, manifestazione con sindaci, amministratori locali e i rappresentanti di tutti gli organi militari, tra cui le massime autorità militari, quali il generale Michele Sirimarco, comandante della Legione Carabinieri Abruzzo, il comandante provinciale dell\'Arma, colonnello Luciano Calabrò, il maggiore Giancarlo Vitiello, comandante della Compagnia Carabinieri di Vasto, il generale Gianfranco Rastelli e il luogotenente Adriano Barattucci.

  • commemorazione a Vasto

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Vasto

    Anno di realizzazione: 2016

    Descrizione: 25 aprile 2016: manifestazione a Vasto per inaugurare una stele intitolata ad Angelo Cianciosi presso i giardini di Piazza Rossetti.

Immagini delle memorie di pietra
Bibliografia


Casa della cultura “Carlo Levi” Teramo, La Resistenza nel Teramano, Edizioni Abruzzo oggi, Teramo, 1975, p.122-124.
Riccardo Cerulli, La Resistenza a Teramo. Bosco Martese 25 settembre 1943, Tipografia Dapco, Roma, 1960, p.14.
Riccardo Cerulli, Libero Pierantozzi, La Resistenza a Teramo da Bosco Martese alla Liberazione, La Nuova Editrice, Teramo, 1978.
Costantino Felice, Dalla Maiella alle Alpi. Guerra e Resistenza in Abruzzo, Donzelli Editore, Roma, 2014, p. 91.
Costantino Felice, Guerra resistenza dopoguerra in Abruzzo. Uomini, economie, istituzioni, Franco Angeli editore, Milano, 1993, p. 160.
Sandro Melarangelo, La resistenza a Teramo. Documenti e immagini, D’Abruzzo-Menabò, Ortona, 2013, p. 108.
Nicola Palombaro, Secondo i nostri interessi. Alleati e Resistenza in Abruzzo nella documentazione dell’Allied Control Commission, Casa Editrice Tinari, Chieti, 2009, pp. 81-83.
Violenze e rappresaglie nazifasciste allegato a Anni di guerra: Teramo 1943-1944: fascismo, resistenza, liberazione: mostra storico-documentaria: aula magna del Convitto nazionale, Teramo, 19 novembre- 3 dicembre 1994, Deltagrafica, Teramo, 1994.
Antonio Rupa “I martiri di Sella Ciarelli”

Sitografia


DHI Roma, La presenza militare tedesca in Italia 1943-1945.
http://www.zonalocale.it/2016/04/21/quest-anno- 25-aprile- in-onore- del-carabiniere- angelo-cianciosi/20315?e=vasto

http://m.ilcentro.gelocal.it/chieti/cronaca/2016/05/01/news/cianciosi-il- carabiniere-eroe- l-abruzzo-gli-rende- omaggio-1.13399972

http://www.ecoaltomolise.net/gli-alunni- rendono-onore- al-carabinieri- angelo-cianciosi/

http://www.piazzarossetti.it/it-it/notizie/57277193d19970300500de86/il- comune-di- furci-ha- reso-omaggio-all- eroico-carabinieri- angelo-cianciosi

http://m.abruzzo24ore.tv/news/Vasto-dedica- una-stele- a-Angelo- Cianciosi-carabiniere- trucidato-dai-tedeschi-nel- 43/171314.htm

http://www.ansa.it/abruzzo/notizie/2016/04/25/25-aprile- vasto-dedica- stele-carabiniere- ucciso-da-tedeschi_565903d7-3314- 4c05-8a3d- 00cc01ec9b88.html

http://www.zonalocale.it/2016/04/30/-siamo- tutti-chiamati- a-seguire- l-esempio- di-angelo- cianciosi-/20439?e=vastese

Fonti archivistiche

Fonti

ACS, ACC, s. 245, bob. 1228 B, fot. 55.0.
AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 23, f. 2.
ASCD, Dichiarazioni raccolte presso la Legione territoriale dei Carabinieri Reali degli Abruzzi, Stazione di Valle Castellana, marzo 1946.
ASCD, Elenco nominativo dei militari dell’Arma uccisi dai nazi-fascisti, Legione territoriale dei Carabinieri Reali degli Abruzzi, Chieti, 23 maggio 1945.
Banca dati carabinieri.
CPI 9/145.