CANDELA, 26.09.1943

(Foggia - Puglia)

CANDELA, 26.09.1943

CANDELA, 26.09.1943
Descrizione

Località Candela, Candela, Foggia, Puglia

Data 26 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini ragazzi 1

Descrizione: I tedeschi hanno piazzato nel paese alcune batterie nel tentativo di fermare l’avanzata alleata e si rapportano alla popolazione civile seminando il terrore.
Un ufficiale tedesco si presenta con alcuni dipendenti alla villa del dottor Miccoli Luigi con le armi puntate, intimando a lui e ai suoi famigliari di allontanarsi entro 7 minuti. La famiglia obbedisce all’ordine, ma dopo essersi allontanati si accorgono di non aver preso con sé il necessario per nutrire un figlio lattante. Un altro figlio torna allora alla villa chiedendo all’ufficiale tedesco di poter rientrare per recuperare il necessario, ma viene ucciso sul posto con una scarica di mitraglia.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio (violenze legate all’armistizio e all’occupazione del territorio fino al 2017-01-31)

Annotazioni: Supervisione di Vito Antonio Leuzzi

Scheda compilata da CHIARA DOGLIOTTI, FRANCESCA GORI E IGOR PIZZIRUSSO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-01-31 10:53:04

Vittime

Elenco vittime

Miccoli Sabino, nato il 13/07/1927, anni 16

Elenco vittime civili 1

Miccoli Sabino

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Vito Antonio Leuzzi, Giulio Esposito, L’8 settembre 1943 in Puglia e Basilicata. Documenti e testimonianze, Modugno, Edizioni del Sud, 2003.
Vito Antonio Leuzzi, Candela, santabarbara sotto i binari. I nazisti spietati e odiosi, in «La Gazzetta del Mezzogiorno», 11 settembre 1996.
Aldo Pedretti, La lunga vigilia della libertà. Antifascismo e resistenza in terra di Capitanata, Foggia, Comune di Foggia, 1970.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, N 1/11, b. 2133
CPI 58/4