SAN LORENZO MONTORIO AL VOMANO 29.05.1944

(Teramo - Abruzzo)

SAN LORENZO MONTORIO AL VOMANO 29.05.1944
Descrizione

Località San Lorenzo, Montorio al Vomano, Teramo, Abruzzo

Data 29 maggio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: A Montorio operava la banda partigiana guidata dal montenegrino “Mirko”, il cui nucleo originario era composto da montoriesi e da slavi fuggiti dai campi di concentramento nei quali erano reclusi. La banda montoriese che cresceva di numero ogni giorno di più, inizialmente tesseva rapporti con i partigiani di Ammazzalorso e con i gappisti che operavano a Teramo. La banda Mirko ebbe un ruolo da protagonista nella strage di Pietralta (località nella quale si era inizialmente stabilita la banda) nella quale persero la vita 2 montoriesi e 8 slavi. Dopo la vicenda di Pietralta si crearono delle frizioni tra Ammazzalorso e Mirko, il primo infatti voleva la sua sostituzione con Vincenzo Massignani, in quanto non giudicava positivamente alcune scelte di Mirko nella vicenda di Pietralta e l'inesperienza del comandante slavo. Si creò un impasse, in quanto molti concordavano con la proposta di Ammazzalorso e molti altri volevano lasciare la situazione invariata. I partigiani montoriesi riuniti in località Fonte della Corte, finirono per rimanere isolati dalle altre formazioni partigiane, mentre i repubblichini montoriesi, protetti dai nazisti e ben collegati con i camerati teramani, avevano il pieno controllo della cittadina, costringendo i partigiani all'inazione o a brevi azioni isolate.
Nel pomeriggio del 29 maggio un aereo alleato bombardò un camioncino carico di farina sulla strada che collega Teramo a Montorio al Vomano. A seguito di ciò si recarono sul posto due militi fascisti, Di Pietro Serafino di 19 anni, e Martegiani Guglielmo di 18 anni. I partigiani ne approfittarono per un'imboscata e li uccisero. I fascisti risposero organizzando una rappresaglia nei campi dell'abitato di San Lorenzo, e colpirono Urbani Giuseppe e Capitanio Carolina intenti a falciare l'erba nei campi. Urbani Giuseppe ferito gravemente venne ricoverato presso l'Ospedale civile di Teramo, morì dopo un'atroce agonia il 16 giugno 1944, Capitanio Carolina fu solo ferita.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: Dalla cosiddetta letteratura sommersa è stata fatta un po' di confusione sulla vicenda. Sia Egidio Marinaro che Sandro Melarangelo parlano del fatto che erano stati colpiti dai fascisti, Giuseppe Urbani e Capitanio Carolina, senza specificare che Capitanio Carolina era rimasta solo ferita e Urbani era morto successivamente in ospedale.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La memoria sull\'argomento non risulta particolarmente consolidata nel tessuto sociale.

Scheda compilata da Claudia Piermarini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-15 23:26:46

Vittime

Elenco vittime

Urbani Giuseppe.

Elenco vittime civili 1

Urbani Giuseppe.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Montorio Al Vomano, via Duca degli Abruzzi

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Montorio Al Vomano, via Duca degli Abruzzi

  • luogo della memoria a Montorio al Vomano

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Montorio al Vomano

    Descrizione: via intitolata a Giuseppe Urbani

  • commemorazione a Montorio al Vomano

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Montorio al Vomano

    Descrizione: Vengono svolte commemorazioni istituzionali promosse dal comune, nel giorno dedicato al ricordo dei morti il 2 novembre e il 25 aprile.

Bibliografia


Alessandro Di Domenicantonio, Vincenzo Macedone, Lorenzo Di Domenicantonio, I caduti di Montorio al Vomano in tutte le guerre, Edizioni D'Errico, Teramo, 2013 p. 154
-Costantino Felice, Dalla Maiella alle Alpi -Guerra e Resistenza in Abruzzo, Donzelli editore, Roma, 2014, p. 203
-Egidio Marinaro , La resistenza a Montorio e in alta montagna in La Resistenza nel teramano, 2?ed. , Casa della cultura Carlo Levi, Teramo, 2012 pp. 49-55
-Sandro Melarangelo, La Resistenza a Teramo -documenti e immagini, Edizioni Menabò, Ortona, 2013 pp. 177-178
-Nicola Palombaro, Secondo i nostri interessi: alleati e resistenza in Abruzzo nella documentazione dell'Allied Control Commission, Tinari, Villamagna (Chieti), 2009, pp. 85-86
-Violenze e rappresaglie nazifasciste allegato a Anni di guerra : Teramo 1943-1944 : fascismo, resistenza, liberazione: mostra storico-documentaria: aula magna del Convitto nazionale, Teramo, 19 novembre-3 dicembre 1994, Deltagrafica, Teramo, 1994 p. 68

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

-ACS, ACC, s.245, bob.1230B, fot. 19.0, f. 56
-AS Teramo, Prefettura, versamento \'89, b.14
-Ufficio anagrafe del comune di Montorio Al Vomano, RAM 1944