MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944

(Teramo - Abruzzo)

MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944

MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944
Descrizione

Località Montepagano, Roseto degli Abruzzi, Teramo, Abruzzo

Data 13 dicembre 1943 - 10 gennaio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Dopo la vittoria a Bosco Martese, avvenuta il 25/09/1943, numerose erano le formazioni partigiane in azione lungo il litorale settentrionale abruzzese. A Giulianova operavano la banda “Giuliese Garibaldi” e il gruppo “Parere Alfredo”. Nell’area di Tortoreto e della Val Vibrata era attivo il nucleo “Cavatassi”. Presso Atri, Mutignano e Silvi agirono i partigiani delle formazioni “Martella” e “Villa” del comandante Camillo D’Isidoro. A Morro d’Oro intorno a Mario De Nigris si riunivano giovani resistenti provenienti da Notaresco, Atri e Roseto. Tuttavia anche la città di Roseto fornì una consistente azione resistenziale, sotto la guida di due giovani: l’ingegnere Pace Celommi e il marinaio Giusto Innamorati. Notevole fu un attacco notturno al campo di concentramento tedesco di Roseto, in cui si riuscì a liberare alcuni compagni di Morro d’Oro. Da non trascurare è l’aiuto offerto dai pescatori che con le loro barche permisero il trasferimento clandestino di molti partigiani o soldati alleati, che avevano deciso di attraversare la Linea Gustav e dirigersi verso il sud. Trattandosi di una zona con intensa attività partigiana, dall’altro canto i rastrellamenti operati dai nazisti si facevano sempre più frequenti. Nei comuni di Roseto, Pineto e Silvi le truppe tedesche non risparmiarono brutalità contro i civili. Il 13/12/1943 Attanasio Della Croce venne ferito dalle SS. Il giovane contadino era fuggito dalla sua residenza di Montepagano, perché avvertito di un imminente rastrellamento tedesco. I nazisti volevano catturare tutti gli uomini della zona per punire colui che aveva ferito un loro soldato. Della Croce si diede alla fuga e nel tentativo di avvertire un suo amico che si trovava in prossimità della Croce panoramica, con l’intenzione poi di nascondersi a Roseto, fu scoperto dalle truppe del Reich e ferito. Dalla costa fu trasferito a Teramo, legato su di una scala, con un camioncino. Morì all’Ospedale Civile di Teramo il 10/01/1944.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Alessia D\'Innocenzo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-15 23:15:35

Vittime

Elenco vittime

Della Croce Attanasio.

Elenco vittime civili 1

Della Croce Attanasio.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS reparto non precisato

Tipo di reparto: Waffen-SS

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a Roseto degli Abruzzi

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Roseto degli Abruzzi

    Descrizione: 25 aprile 2012, Anpi di Roseto degli Abruzzi, Convegno sulla Resistenza e la Costituzione Italiana. 25 aprile 2013 e 2014, Roseto degli Abruzzi e l’Anpi di Roseto “Pedalata in Resistenza, La libertà che venne dal mare”. 2 novembre 2014, il comune di Ros

  • lapide a Roseto degli Abruzzi, Montepagano, Corso Umberto I, 12

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Roseto degli Abruzzi, Montepagano, Corso Umberto I, 12

    Anno di realizzazione: 1994

    Descrizione: Nel 1994 l’amministrazione comunale di Roseto ha collocato una lapide che ricorda i martiri Attanasio Della Croce e i fratelli Alfonso e Loreto Rosini.

Bibliografia


Costantino Felice, Dalla Maiella alle Alpi. Guerra e Resistenza in Abruzzo, Donzelli Editore, Roma, 2014, p. 213-217.
Sandro Melarangelo, La resistenza a Teramo. Documenti e immagini, D’Abruzzo-Menabò, Ortona, 2013, p. 114-185.
Violenze e rappresaglie nazifasciste allegato a Anni di guerra: Teramo 1943-1944: fascismo, resistenza, liberazione: mostra storico-documentaria: aula magna del Convitto nazionale, Teramo, 19 novembre- 3 dicembre 1994, Deltagrafica, Teramo, 1994.

Sitografia


http://www.abruzzo24ore.tv/news/Roseto-25-Aprile-convegno-sulla-resistenza/80354.htm
http://www.comune.roseto.te.it/comunicati.php?id=1663
http://www.lopinionista.it/notizie/roseto-pedalata-in-resistenza-la-liberta-che-venne-dal-mare-229599.html
http://www.teramonews.com/notizie-cronaca-news-provincia-teramo/32508-roseto-domenica-2-novembre-la-commemorazione-dei-caduti-in-tutte-le-guerre.html

Fonti archivistiche

Fonti

AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 30, f. 1, s. f. 5A.
AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 30, f. 5.
AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 51, f. 1B.
Comune di Roseto degli Abruzzi, RAM 1944.
Comune di Teramo, RAM 1944.