MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944

(Teramo - Abruzzo)

MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944

MONTEPAGANO ROSETO DEGLI ABRUZZI 13.12.1943-10.01.1944
Descrizione

Località Montepagano, Roseto degli Abruzzi, Teramo, Abruzzo

Data 13 dicembre 1943 - 10 gennaio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Dopo la vittoria a Bosco Martese, avvenuta il 25/09/1943, numerose erano le formazioni partigiane in azione lungo il litorale settentrionale abruzzese. A Giulianova operavano la banda “Giuliese Garibaldi” e il gruppo “Parere Alfredo”. Nell’area di Tortoreto e della Val Vibrata era attivo il nucleo “Cavatassi”. Presso Atri, Mutignano e Silvi agirono i partigiani delle formazioni “Martella” e “Villa” del comandante Camillo D’Isidoro. A Morro d’Oro intorno a Mario De Nigris si riunivano giovani resistenti provenienti da Notaresco, Atri e Roseto. Tuttavia anche la città di Roseto fornì una consistente azione resistenziale, sotto la guida di due giovani: l’ingegnere Pace Celommi e il marinaio Giusto Innamorati. Notevole fu un attacco notturno al campo di concentramento tedesco di Roseto, in cui si riuscì a liberare alcuni compagni di Morro d’Oro. Da non trascurare è l’aiuto offerto dai pescatori che con le loro barche permisero il trasferimento clandestino di molti partigiani o soldati alleati, che avevano deciso di attraversare la Linea Gustav e dirigersi verso il sud. Trattandosi di una zona con intensa attività partigiana, dall’altro canto i rastrellamenti operati dai nazisti si facevano sempre più frequenti. Nei comuni di Roseto, Pineto e Silvi le truppe tedesche non risparmiarono brutalità contro i civili. Il 13/12/1943 Attanasio Della Croce venne ferito dalle SS. Il giovane contadino era fuggito dalla sua residenza di Montepagano, perché avvertito di un imminente rastrellamento tedesco. I nazisti volevano catturare tutti gli uomini della zona per punire colui che aveva ferito un loro soldato. Della Croce si diede alla fuga e nel tentativo di avvertire un suo amico che si trovava in prossimità della Croce panoramica, con l’intenzione poi di nascondersi a Roseto, fu scoperto dalle truppe del Reich e ferito. Dalla costa fu trasferito a Teramo, legato su di una scala, con un camioncino. Morì all’Ospedale Civile di Teramo il 10/01/1944.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Alessia D\'Innocenzo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-15 23:15:35

Vittime

Elenco vittime

Della Croce Attanasio.

Elenco vittime civili 1

Della Croce Attanasio.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS reparto non precisato

Tipo di reparto: Waffen-SS

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a Roseto degli Abruzzi

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Roseto degli Abruzzi

    Descrizione: 25 aprile 2012, Anpi di Roseto degli Abruzzi, Convegno sulla Resistenza e la Costituzione Italiana. 25 aprile 2013 e 2014, Roseto degli Abruzzi e l’Anpi di Roseto “Pedalata in Resistenza, La libertà che venne dal mare”. 2 novembre 2014, il comune di Ros

  • lapide a Roseto degli Abruzzi, Montepagano, Corso Umberto I, 12

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Roseto degli Abruzzi, Montepagano, Corso Umberto I, 12

    Anno di realizzazione: 1994

    Descrizione: Nel 1994 l’amministrazione comunale di Roseto ha collocato una lapide che ricorda i martiri Attanasio Della Croce e i fratelli Alfonso e Loreto Rosini.

Bibliografia


Costantino Felice, Dalla Maiella alle Alpi. Guerra e Resistenza in Abruzzo, Donzelli Editore, Roma, 2014, p. 213-217.
Sandro Melarangelo, La resistenza a Teramo. Documenti e immagini, D’Abruzzo-Menabò, Ortona, 2013, p. 114-185.
Violenze e rappresaglie nazifasciste allegato a Anni di guerra: Teramo 1943-1944: fascismo, resistenza, liberazione: mostra storico-documentaria: aula magna del Convitto nazionale, Teramo, 19 novembre- 3 dicembre 1994, Deltagrafica, Teramo, 1994.

Sitografia


http://www.abruzzo24ore.tv/news/Roseto-25-Aprile-convegno-sulla-resistenza/80354.htm
http://www.comune.roseto.te.it/comunicati.php?id=1663
http://www.lopinionista.it/notizie/roseto-pedalata-in-resistenza-la-liberta-che-venne-dal-mare-229599.html
http://www.teramonews.com/notizie-cronaca-news-provincia-teramo/32508-roseto-domenica-2-novembre-la-commemorazione-dei-caduti-in-tutte-le-guerre.html

Fonti archivistiche

Fonti

AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 30, f. 1, s. f. 5A.
AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 30, f. 5.
AS Teramo, Prefettura, Gabinetto, 3° versamento, b. 51, f. 1B.
Comune di Roseto degli Abruzzi, RAM 1944.
Comune di Teramo, RAM 1944.