VIA AQUILEIA, CERVIGNANO, 28.04.1945

(Udine - Friuli-Venezia Giulia)

VIA AQUILEIA, CERVIGNANO, 28.04.1945

VIA AQUILEIA, CERVIGNANO, 28.04.1945
Descrizione

Località Via Aquileia, Cervignano del Friuli, Udine, Friuli-Venezia Giulia

Data 28 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nelle giornate tra il 27 e il 28 aprile 1945 erano in corso da parte delle forze partigiane locali le fasi dell’insurrezione generale. Nella zona del cervignanese la brigata SAP “Fratelli Fontanot”, la brigata GAP “Bruno Montina” e la brigata osovana “Giusto Muratti” stavano prendendo il controllo delle principali vie di comunicazione, dei depositi e dei principali presidi tedeschi dislocati nella zona, procedendo al loro disarmo. Nelle stesse ore però una colonna tedesca in ritirata puntava verso Cervignano, proveniente da Grado. Nonostante l’ordine ricevuto da parte dei comandi partigiani di lasciar defluire la colonna, un gruppo non identificato aprì il fuoco contro i soldati tedeschi, ingaggiando un lungo combattimento. A quel punto il reparto tedesco iniziò dure operazioni di repressione contro la popolazione, che durarono per diversi giorni. Durante le operazioni veniva ucciso da una raffica di mitra presso la propria abitazione Caissutti Ferdinando, il quale stava uscendo dalla porta d’ingresso con le mani in alto rispondendo ad un ordine di evacuazione.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: ritirata

Estremi e note penali: La madre di Caissutti, che denunciò l’accaduto, non seppe specificare il reparto specifico di appartenenza dei responsabili, che vennero identificati solo come appartenenti alla SS. Molto probabilmente si tratta della 7. Kp. della 24. Gebirs-Division (Karstjäger) Waffen SS, reparto che in quei giorni si stava muovendo in ritirata e che fu responsabile delle stragi avvenute tra il 28 e il 29 aprile nella zona di Terzo d’Aquileia e Cervignano.
Le testimonianze non consentono di risalire ad alcun nominativo.
Tribunale militare di Padova, 260/96, f. 3

Scheda compilata da Irene Bolzon Giorgio Liuzzi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-10-29 14:33:42

Vittime

Elenco vittime

Caisutti Ferdinando di Luigi e di Dentesan Angela, nato il 30.12.1908 a Cervignano, ivi residente

Elenco vittime civili 1

Caisutti Ferdinando

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Alberto Buvoli, Franco Cecotti e Luciano Patat (a cura di), Atlante storico della lotta di liberazione italiana nel Friuli Venezia Giulia. Una resistenza di confine 1943-1945, IRSML, IFSML, Istlib Pordenone, Centro Isontino di Ricerca Leopoldo Gasparini, Trieste-Udine-Pordenone-Gradisca, 2005.
Stefano di Giusto, Operationszone Adriatisches Küstenland. Udine, Gorizia, Trieste, Pola, Fiume e Lubiana durante l'occupazione tedesca, 1943- 1945, IFSML, Udine, 2005.
Giorgio Milocco, La coda del drago. Le stragi naziste nella Bassa Friulana (1944-1945), Centro Isontino di Ricerca e Documentazione Storica e Sociale “Leopoldo Gasparini”, Gorizia, 2011.
Bruno Steffè, La lotta antifascista nel basso Friuli e nell’Isontino, Vangelista, Milano, 1975.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Tribunale militare di Padova, 260/96, f. 3