COLLEMANCIO CANNARA 06-07.06.1944

(Perugia - Umbria)

COLLEMANCIO CANNARA 06-07.06.1944

COLLEMANCIO CANNARA 06-07.06.1944
Descrizione

Località Collemancio, Cannara, Perugia, Umbria

Data 6 giugno 1944 - 7 giugno 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Descrizione: L'area collinare intorno a Collemancio è stata una delle basi iniziali della brigata “Francesco Innamorati”, una quindicina di ragazzi del paese vi si sono uniti, numerosi contadini l’hanno sempre appoggiata materialmente e hanno sostenuto la Resistenza. Per tale motivo, anche dopo il rastrellamento del 6 marzo 1944 l'attenzione delle autorità fasciste provinciali è molto intensa su tutta l'area (con frequenti ricerche, perquisizioni, furti ed episodi di violenza non mortale).
La mattina del 6 giugno un reparto della GNR sale in paese e nel primo pomeriggio si dirige in vocabolo Pilercio a casa di Ciotti. Dopo avere circondato, depredato e bruciato lo stabile, Ciotti viene portato via e ucciso poco lontano, in prossimità della strada di fronte a casa (secondo alcune fonti ha tentato la fuga ed è stato raggiunto da una raffica).
Dalla sua casa in vocabolo Cicaleto (che subisce la stessa sorte di quella di Ciotti), viene prelevato poco dopo Nazzareno Sorci, accusato come il primo di fornire aiuto ai partigiani. Viene rinchiuso nel vecchio edificio scolastico e insieme a lui c'è una donna, che subisce ripetute violenze fisiche durante la notte. Sorci viene a lungo seviziato e infine gettato dalla finestra. Dopo altro tempo viene finito a fucilate. Nel mentre è riuscito a compiere diversi passi, dato che il luogo del ritrovamento del cadavere (dove sorge la piccola stele in sua memoria) è nei pressi delle scuole ma non adiacente.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Procedimento penale contro Mario Capezzali. Non si è a conoscenza dell'esito del giudizio.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Dalle testimonianze raccolte in loco l\'episodio è ancora ben radicato, senza polemica alcuna, nella piccola comunità di Collemancio. Le due steli sono molto ben conservate e curate.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-01 10:08:30

Vittime

Elenco vittime

Ciotti Crispolto, nato a Deruta (Perugia) l\'11/06/1909, coniugato e padre di sette figli, contadino. Riconosciuto partigiano della brigata “Francesco Innamorati”, in forza dal 01/10/1943 al 06/06/1944.
Sorci Nazzareno (era conosciuto, come spesso accadeva in campagna, con un altro cognome, Cagianelli, che a volte ricorre anche nei documenti ufficiali), nato il 07/09/1892, contadino proprietario e capo di famiglia numerosa. Riconosciuto partigiano della brigata “Francesco Innamorati”, in forza dal 16/10/1943 al 06/06/1944.

Elenco vittime civili 2

Ciotti Crispotto.
Sorci Nazzareno.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


102. legione GNR di Perugia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Mario Capezzali

    Nome Mario

    Cognome Capezzali

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile segretario politico del Fascio repubblicano di Bettona (Perugia), città di cui era anche medico condotto.

    Note procedimento Procedimento penale contro Mario Capezzali. Non si è a conoscenza dell\'esito del giudizio.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • altro a Cannara, Collemancio

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Cannara, Collemancio

    Descrizione: Stele sul luogo dell\'uccisione di Crispolto Ciotti, in vocabolo Pilercio

  • monumento a Bettona

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bettona

    Descrizione: Il nome di Crispolto Ciotti compare sul monumento, posto nel territorio del Comune di Bettona, eretto sul luogo dove vi fu l\'apice degli scontri durante il rastrellamento del 6 marzo 1944, che riporta i nomi dei partigiani caduti o uccisi delle brigate “

  • altro a Cannara, Collemancio

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Cannara, Collemancio

    Descrizione: Stele sul luogo dell\'uccisione di Nazzareno Sorci, in vocabolo Cicaleto.

Bibliografia


Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2007, pp. 115-116, 179.
Tommaso Rossi, Tracce di memoria. Guida ai luoghi della Resistenza e degli eccidi nazifascisti in Umbria, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2013, pp. 158-160, 190, 225.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AS Perugia, Archivio del Tribunale di Perugia, Corte d\'Assiste straordinaria, Procedimenti penali, b. 44, f. 789.
AS Perugia, Cln provinciale, b. 13, f. 67, s. f. N, cc. 17-20; Ibid., b. 1, f. 8, c. 39.
AS Perugia, Prefettura, Gabinetto riservato, b. 42, f. 3, s. f. I, c. 1.