RHO 23.06.1944

(Milano - Lombardia)

RHO 23.06.1944

RHO 23.06.1944
Descrizione

Località Rho, Rho, Milano, Lombardia

Data 23 giugno 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Infiltrato dalla nascente organizzazione sappista nelle file della Brigata nera di Rho, fu scoperto, arrestato, costretto a confessare e mortalmente ferito mentre, sopraffatto il milite di guardia, si dava alla fuga. Trasportato in bicicletta a Milano dal compagno Armando Re Cecconi, fu sottoposto a immediate cure mediche, ma morì il giorno successivo (23 giugno 1944) per una grave emorragia interna.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano.
L'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.
L'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

Scheda compilata da GIOVANNI SCIROCCO E LUIGI BORGOMANERI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-06-02 13:28:36

Vittime

Elenco vittime

1. Annoni Giovanni

Elenco vittime partigiani 1

Annoni Giovanni

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano

Tipo di reparto: Brigata Nera

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Antonio Rainoldi

    Nome Antonio

    Cognome Rainoldi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Carlo Montorsi

    Nome Carlo

    Cognome Montorsi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Enrico Ferrario

    Nome Enrico

    Cognome Ferrario

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Filippo Abba

    Nome Filippo

    Cognome Abba

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

  • Giovanni Romano

    Nome Giovanni

    Cognome Romano

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Luigi Colombelli

    Nome Luigi

    Cognome Colombelli

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Remo Landoni

    Nome Remo

    Cognome Landoni

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

  • Rocco Guerrini

    Nome Rocco

    Cognome Guerrini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano.rnL\\\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\\\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”.rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\\\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\\\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. rnL\\\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\\\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Rodolfo Giovanola

    Nome Rodolfo

    Cognome Giovanola

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

  • Vito Vitanza

    Nome Vito

    Cognome Vitanza

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione.

    Note procedimento Abba Filippo, commissario politico del fascio di Nerviano, fu assolto il 6 agosto 1945 dalla Cas di Milano. L\'ex comandante del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rodolfo Giovanola, imputato, unitamente a Remo Landoni (deceduto) per aver provocato l\'arresto del partigiano Giovanni Annoni e per averlo poco dopo mortalmente ferito, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Giovanni Romano, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a morte il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Carlo Montorsi, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato ad una pena complessiva di venti anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Enrico Ferrario, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Luigi Colombelli, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne tuttavia assolto in sede di dibattimento il 19 aprile 1947 “per non aver commesso i fatti”. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Rocco Guerrini, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dieci anni di reclusione il 19 aprile 1947. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Vito Vitanza, imputato per aver partecipato all\'arresto e alla fucilazione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a sedici anni di reclusione il 19 aprile 1947. Nella medesima circostanza gli vennero condonati cinque anni di pena. Non è stato tuttavia possibile ricostruire l\'intero procedimento a causa dello stato pessimo di conservazione della sentenza in questione della Corte di Cassazione. L\'ex milite del distaccamento di Rho della BN “Aldo Resega” Antonio Rainoldi, imputato per aver partecipato all\'uccisione del partigiano Rodolfo Canegrati, venne ritenuto colpevole e pertanto condannato a dodici anni di reclusione il 25 giugno 1947. In data 8 novembre 1948 la Corte di Cassazione dichiarò estinte le imputazioni a carico di Rainoldi, ordinandone la scarcerazione.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano/Distaccamento di Rho

Memorie
Bibliografia


Alfonso Airaghi, “libertà è l’idea che ci avvicina2. La Resistenza a Rho attraverso i documenti d’archivio, Anpi di Rho Sezione A. Gornati, 2006, pagg. 43-45.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di stato di Milano, Corte d’Assise straordinaria di Milano. Sentenza N°88 del 6 agosto 1945; n. 60 del 19 aprile 1947