Via Bergognone, Milano, 25.04.1945

(Milano - Lombardia)

Via Bergognone, Milano, 25.04.1945

Via Bergognone, Milano, 25.04.1945
Descrizione

Località Via Bergognone, Milano, Milano, Lombardia

Data 25 aprile 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Fermati da fascisti non identificati mentre transitavano su una automobile in via Canova e poi condotti davanti alla fabbrica C.G.E, venivano rafficati per intimidire gli operai in sciopero, pronti ad insorgere.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: ritirata

Estremi e note penali: Carati Giovanni, milite della BN Resega, fu condannato il 14 ottobre 1946 dalla Cas di Milano a vent’anni di reclusione. La Corte di Cassazione, con sentenza del 17 maggio 1948, rigettò il ricorso del Carati, ma applicò il condono e ridusse la pena a sei anni e otto mesi. Il 24 settembre 1950 gli fu condonato un altro anno.
Leonida della Bella, imputato per aver partecipato attivamente all'uccisione di Umberto Retto e Enrico Torchio in qualità di sergente della Brigata Nera “Aldo Resega”, venne condannato il 25 marzo 1947 alla fucilazione. In data 5 novembre 1947 la Corte di Cassazione annullò la sentenza per mancanza di motivazioni e inviò il faldone alla Corte di Assise di Bologna per un nuovo esame.
Angelo Vergani, quale ufficiale della BN “Aldo Resega”, imputato per aver preso parte alla fucilazione di Umberto Retto e Enrico Torchio, venne assolto il 22 ottobre 1947 per insufficienza di prove e immediatamente scarcerato.

Scheda compilata da Giovanni Scirocco e Luigi Borgomaneri
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-10-17 22:14:52

Vittime

Elenco vittime

1. Retta Umberto, Milano, 13 settembre 1923. Membro della Organizzazione Franchi di Edgardo Sogno
2. Torchio Enrico, Membro della Organizzazione Franchi di Edgardo Sogno

Elenco vittime antifasciste 2

Retta Umberto,
Torchio Enrico

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano

Tipo di reparto: Brigata Nera

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Angelo Vergani

    Nome Angelo

    Cognome Vergani

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Angelo Vergani, quale ufficiale della BN “Aldo Resega”, imputato per aver preso parte alla fucilazione di Umberto Retto e Enrico Torchio, venne assolto il 22 ottobre 1947 per insufficienza di prove e immediatamente scarcerato.

    Note procedimento Carati Giovanni, milite della BN Resega, fu condannato il 14 ottobre 1946 dalla Cas di Milano a vent’anni di reclusione. La Corte di Cassazione, con sentenza del 17 maggio 1948, rigettò il ricorso del Carati, ma applicò il condono e ridusse la pena a sei anni e otto mesi. Il 24 settembre 1950 gli fu condonato un altro anno. Leonida della Bella, imputato per aver partecipato attivamente all\'uccisione di Umberto Retto e Enrico Torchio in qualità di sergente della Brigata Nera “Aldo Resega”, venne condannato il 25 marzo 1947 alla fucilazione. In data 5 novembre 1947 la Corte di Cassazione annullò la sentenza per mancanza di motivazioni e inviò il faldone alla Corte di Assise di Bologna per un nuovo esame. Angelo Vergani, quale ufficiale della BN “Aldo Resega”, imputato per aver preso parte alla fucilazione di Umberto Retto e Enrico Torchio, venne assolto il 22 ottobre 1947 per insufficienza di prove e immediatamente scarcerato.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano

  • Giovanni Carati

    Nome Giovanni

    Cognome Carati

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Carati Giovanni, milite della BN Resega, fu condannato il 14 ottobre 1946 dalla Cas di Milano a vent’anni di reclusione. La Corte di Cassazione, con sentenza del 17 maggio 1948, rigettò il ricorso del Carati, ma applicò il condono e ridusse la pena a sei anni e otto mesi. Il 24 settembre 1950 gli fu condonato un altro anno.

    Note procedimento Carati Giovanni, milite della BN Resega, fu condannato il 14 ottobre 1946 dalla Cas di Milano a vent’anni di reclusione. La Corte di Cassazione, con sentenza del 17 maggio 1948, rigettò il ricorso del Carati, ma applicò il condono e ridusse la pena a sei anni e otto mesi. Il 24 settembre 1950 gli fu condonato un altro anno. Leonida della Bella, imputato per aver partecipato attivamente all\'uccisione di Umberto Retto e Enrico Torchio in qualità di sergente della Brigata Nera “Aldo Resega”, venne condannato il 25 marzo 1947 alla fucilazione. In data 5 novembre 1947 la Corte di Cassazione annullò la sentenza per mancanza di motivazioni e inviò il faldone alla Corte di Assise di Bologna per un nuovo esame. Angelo Vergani, quale ufficiale della BN “Aldo Resega”, imputato per aver preso parte alla fucilazione di Umberto Retto e Enrico Torchio, venne assolto il 22 ottobre 1947 per insufficienza di prove e immediatamente scarcerato.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano

  • Leonida Della Bella

    Nome Leonida

    Cognome Della Bella

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Leonida Della Bella, imputato per aver partecipato attivamente all\'uccisione di Umberto Retto e Enrico Torchio in qualità di sergente della Brigata Nera “Aldo Resega”, venne condannato il 25 marzo 1947 alla fucilazione. In data 5 novembre 1947 la Corte di Cassazione annullò la sentenza per mancanza di motivazioni e inviò il faldone alla Corte di Assise di Bologna per un nuovo esame.

    Note procedimento Carati Giovanni, milite della BN Resega, fu condannato il 14 ottobre 1946 dalla Cas di Milano a vent’anni di reclusione. La Corte di Cassazione, con sentenza del 17 maggio 1948, rigettò il ricorso del Carati, ma applicò il condono e ridusse la pena a sei anni e otto mesi. Il 24 settembre 1950 gli fu condonato un altro anno. Leonida della Bella, imputato per aver partecipato attivamente all\'uccisione di Umberto Retto e Enrico Torchio in qualità di sergente della Brigata Nera “Aldo Resega”, venne condannato il 25 marzo 1947 alla fucilazione. In data 5 novembre 1947 la Corte di Cassazione annullò la sentenza per mancanza di motivazioni e inviò il faldone alla Corte di Assise di Bologna per un nuovo esame. Angelo Vergani, quale ufficiale della BN “Aldo Resega”, imputato per aver preso parte alla fucilazione di Umberto Retto e Enrico Torchio, venne assolto il 22 ottobre 1947 per insufficienza di prove e immediatamente scarcerato.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 8. Brigata nera “Aldo Resega” di Milano

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a via Bergognone angolo via Tortona, Milano

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via Bergognone angolo via Tortona, Milano

    Descrizione: Lapide sul luogo della morte via Bergognone angolo via Tortona

Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di stato di Milano, Corte d’assise straordinaria di Milano, sentenza n. 336 del 14 ottobre 1946 sentenza n. 50 del 25 marzo 1947, n. 114 del 22 ottobre 1947