CODOGNO, 26.04.1945

(Lodi - Lombardia)

CODOGNO, 26.04.1945

CODOGNO, 26.04.1945
Descrizione

Località Codogno, Codogno, Lodi, Lombardia

Data 26 aprile 1945 - 26 aprile 945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime bambini 1

Descrizione: A Codogno l’organizzazione dell’insurrezione fu carente: l’avvocato Arrigo Cairo, presidente del CLN, ancora la mattina del 26 aprile non si decise ad assumere responsabilità precise e nei giorni precedenti aveva oscillato confusamente offrendo il comando militare a più persone, tra cui il colonnello Soffientini e il maggiore Manusardi. Franco Galluzzi e altri giovani, in collegamento con la 171a brigata Garibaldi, presero l’iniziativa di imporre la resa dei tedeschi insediatisi nella ex casa del fascio. Verso mezzogiorno sarebbe poi giunto in città un gruppo di partigiani al comando di Nino Sobacchi “Tevere” che, sfruttando l’incertezza di Cairo, assunse il comando militare. Nel frattempo si arrendeva, dopo una trattativa condotta dal colonnello Soffientini, il contingente cecoslovacco alla frazione Triulza.
Nel pomeriggio transitava, proveniente da Fombio, la prima colonna tedesca: fatta segno di qualche sparo reagì mitragliando edifici di viale Trento e di viale Trieste. Tra le vittime della prima giornata il piccolo Giancarlo Soffientini che, mentre si trovava in un campo all’incrocio per Casalpusterlengo, venne colpito da raffiche di mitraglia da una colonna tedesca in ritirata, la stessa che poco dopo avrebbe ucciso Vittorio Tosi e Lorenzo Freschi nei pressi del Macello.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da SIMONA DISTANTE
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-24 15:33:27

Vittime

Elenco vittime

Soffientini Giancarlo n. 21-05-1935 a Codogno (Lodi)

Elenco vittime civili 1

Soffientini Giancarlo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Codogno, Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Codogno, Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno

    Anno di realizzazione: 1965

    Descrizione: I nomi del bambino e dei partigiani caduti figurano sulla lapide posta “dai compagni di lotta” nel 1965 nella Loggia dei Mercanti in piazza XX Settembre a Codogno.

  • monumento a Codogno, viale Trieste

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Codogno, viale Trieste

    Anno di realizzazione: 1980

    Descrizione: Il Comune di Codogno inaugurò il 25 aprile 1980 il Monumento alla Resistenza in viale Trieste.

Bibliografia


Gennaro Carbone, Memoria di pietra, Quaderni ILSRECO n.27, dicembre 2011, pp. 55-56, 58.
Ercole Ongaro, Guerra e Resistenza nel Lodigiano 1940-1945, il Papiro Editrice “Altrastoria”, 1994, pp. 229-230.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti