CASCIA 26.03.1944

(Perugia - Umbria)

CASCIA 26.03.1944

CASCIA 26.03.1944
Descrizione

Località Cascia, Cascia, Perugia, Umbria

Data 26 marzo 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne anziane 1

Descrizione: La mattina del 26 marzo 1944, verso le ore 09, a soli cinque giorni dall'inizio del grande rastrellamento “Grossunternehmen gegen die Banden”, un centinaio circa di militari tedeschi, supportati da paracadutisti della RSI, fanno irruzione nel centro cittadino di Cascia, perquisendo e devastando numerose abitazioni e mettendo a soqquadro il Municipio. Nella concitazione vengono esplosi colpi di arma da fuoco contro questi due civili che rimangono uccisi. Le modalità di esecuzione potrebbero fare pensare ad una rappresaglia, ma non si ha notizia alcuna di episodi contro truppe tedesche o fasciste nei giorni immediatamente precedenti.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Non è del tutto chiaro il senso di un'operazione di questo tipo a soli cinque giorni dallo scatenamento di un massiccio rastrellamento. Tra l'altro Cascia era ormai da qualche mese (all'inizio almeno di fatto) il centro, poi la vera e propria capitale, di una “zona libera” sancita da due successivi proclami del comando della brigata “Gramsci” tra la metà di febbraio e la metà di marzo. Di fatto Cascia è in mano ai partigiani da fine dicembre 1943 e non vi era più segno di forza pubblica dalla fine del mese precedente (anche in precedenza i carabinieri sia di Norcia che di Cascia avevano manifestato una certa vicinanza con i partigiani). Non è quindi del tutto chiaro il ruolo che avrebbero potuto avere in una simile circostanza i partigiani, considerando che i città vi era il comando di brigata ed altri locali destinati ai partigiani. È presumibile che sia loro giunta la notizia in anticipo e, come avvenuto in altre occasioni, si siano spostati in luogo più sicuro lontano dal centro urbano.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La memoria delle vittime del nazifascismo, fatte a più riprese in questo territorio, è ancora molto viva e debitamente celebrata nella realtà di Cascia.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-28 21:43:34

Vittime

Elenco vittime

De Pasqualis Luigi, di anni 50.
Marinelli Apollonia, di anni 75.

Elenco vittime civili 2

De Pasqualis Luigi.
Marinelli Apollonia.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto paracadutista non precisato

Tipo di reparto: Esercito

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Cascia, centro storico

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cascia, centro storico

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Luigi De Pasqualis e Apollonia Marinelli sono compresi fra i tredici nomi di vittime del nazifascismo ricordate a Cascia da una lapide nel centro storico, scoperta l\'11 aprile 1945.

Bibliografia


Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2007, p. 171.
Tommaso Rossi, Tracce di memoria. Guida ai luoghi della Resistenza e degli eccidi nazifascisti in Umbria, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno 2013, pp. 697-698.

Sitografia


DHI Roma, La presenza militare tedesca in Italia 1943-1945.

Fonti archivistiche

Fonti

AS Perugia, Prefettura di Perugia, Gabinetto riservato, b. 145, f. 6, s.f. D, c. 37.