CASA TERMINI CASCIA 31.10.1943

(Perugia - Umbria)

CASA TERMINI CASCIA 31.10.1943

CASA TERMINI CASCIA 31.10.1943
Descrizione

Località Casa Termini, Cascia, Perugia, Umbria

Data 31 ottobre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Quella in cui viene ucciso, insieme ad altri tre uomini, Quarto Di Curzio il 31 ottobre 1943 rappresenta la prima operazione di rastrellamento compiuta dalla Wehrmacht in questa area di confine fra Umbria e Lazio. Tre delle quattro vittime non hanno alcun legame con i partigiani, ma vengono considerati loro fiancheggiatori. Dieci giorni prima il gruppo partigiano di Monteleone di Spoleto aveva realizzato un colpo contro un'auto militare tedesca, uccidendo due dei tre passeggeri e facendo un discreto bottino, soprattutto in denaro.
La mattina del 31 circa duecento uomini della Platzkommandantur di Rieti muovono in direzione di Leonessa, prendendo poi la strada che conduce in Umbria nel territorio di Monteleone di Spoleto. Le prime due vittime vengono fatte proprio a ridosso del confine, in località Villa Gizzi di Leonessa. Un terzo è ucciso senza apparenti motivi nel territorio di Monteleone di Spoleto. Quarto Di Curzio è l'ultima vittima e cade in prossimità della casa cantoniera che delimita il confine fra i comuni di Monteleone di Spoleto e Cascia, già in quest'ultimo territorio, verso le ore 12.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-31 22:27:54

Vittime

Elenco vittime

Di Curzio Quarto, di Gioacchino e Bernabei Flavia, nato a Cascia il 06/05/1926, ivi residente, celibe, civile; riconosciuto partigiano della brigata “Gramsci” dal 20 settembre al 31 ottobre 1943, «caduto a Cascia».

Elenco vittime civili 1

Di Curzio Quarto.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Platzkommandantur Rieti

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Cascia

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cascia

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Quarto Di Curzio è incluso sulla lapide che a Cascia ricorda le sue tredici vittime del nazifascismo (lapide scoperta l\'11 aprile 1945).

Bibliografia


Relazione del comandante il battaglione “Cimarelli” della brigata “A. Gramsci”, in Sergio Bovini (a cura di), L'Umbria nella Resistenza, vol. 1, Editori Riuniti, Roma 1972, pp. 276-282, in particolare pp. 277-278.
Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2007, p. 168.
Tommaso Rossi, Tracce di memoria. Guida ai luoghi della Resistenza e degli eccidi nazifascisti in Umbria, Isuc, Perugia; Editoriale Umbra, Foligno, 2013, pp. 619-621, 760-761.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AS Perugia, Prefettura di Perugia, Gabinetto riservato, b. 42, f. 3, s. Ag, c. 4.