Cascina La Motta, Rodigo, 27-28.04.1945

(Mantova - Lombardia)

Cascina La Motta, Rodigo, 27-28.04.1945

Cascina La Motta, Rodigo, 27-28.04.1945
Descrizione

Località Cascina La Motta, Rodigo, Mantova, Lombardia

Data 27 aprile 1945 - 28 aprile 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Rodigo viene liberata dai partigiani della 123. brg Garibaldi – Sap M. Corradini il 23 aprile 1945. Il 25 aprile una squadra Sap di pattuglia si imbatte in un gruppo di soldati tedeschi. Segue un conflitto a fuoco durante il quale resta ucciso il partigiano Antenore Comola e ferito a un braccio il partigiano Giorgio Giorgi. La notte del 27 aprile un giunge in paese da Bagnola San Vito un gruppo misto di nazifascisti, formato da repubblichini delle Fiamme bianche e artiglieri della Flack tedesca, che spara ripetutamente contro la sede del dopolavoro, ex caserma della Gnr e ora ricovero di partigiani. Uno di questi si lancia dalla finestra e atterra in mezzo ai fascisti che lo catturano e percuotono a morte nei pressi della cascina La Motta, per poi abbandonarlo sul ciglio della strada. Raccolto dalla gente del posto, viene portato all’ospedale di Asola dove decede il giorno successivo. Dopo l’omicidio, il gruppo prosegue la sua marcia imbattendosi nel partigiano Riccò che, udendo gli spari, era uscito con il fucile per dare manforte ai compagni. Tra l’uomo e il gruppo scoppia un impari conflitto a fuoco in cui il primo soccombe e viene finito a colpi di baionetta.

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: ritirata
--> Per saperne di più sulle tipologie

Annotazioni: Gruppo misto composto di repubblichini delle Fiamme bianche e artiglieri della Flack tedesca

Scheda compilata da Chiara Dogliotti e Igor Pizzirusso
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-24 15:47:23

Vittime

Elenco vittime

1. Molinari Alessandro, appartenente alla 123^ brg Garibaldi – Sap M. Corradini, n. 22.4.1928, 17 anni

Elenco vittime partigiani 1

Molinari Alessandro

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Flak reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Reparto Fiamme Bianche della GNR non precisato

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Cascina La Motta, Rodigo

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Cascina La Motta, Rodigo

    Descrizione: Cippo nel luogo dell’uccisione

Bibliografia


Romano Bellenghi, 123^ Brigata Garibaldi Sap “Mario Corradini. Cronache di guerriglia partigiana (1943-1945), Romanore-Mantova, Grafica L’Artistica, 1980.
Carlo Benfatti, La resistenza della provincia mantovana. 1943-1945, Mantova, Editoriale Sometti, 2005.
Il sacrificio di Morin a Rodigo in «L’Unità», 25 aprile 1973, p.11.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Anpi Mantova, b.9, Relazione di Mario Severi comandante della 123. brg Garibaldi M. Corradini
Archivio privato Benfatti, Testimonianza di Gino Boati, resa il 30.04.2004 a Rivalta sul Mincio
Archivio privato Benfatti, Testimonianza di Camillo Vezzani, resa il 31.04.2004 a Rodigo