PENDENZA CITTADUCALE 11.06.1944

(Rieti - Lazio)

PENDENZA CITTADUCALE 11.06.1944

PENDENZA CITTADUCALE 11.06.1944
Descrizione

Località Pendenza, Cittaducale, Rieti, Lazio

Data 11 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Già allievo del Collegio Marinaro dello Stato di Taranto, Giangirolami risulta da testimonianze essere in servizio al porto di Trieste al momento della proclamazione dell'Armistizio. Sfuggito alla cattura da parte dei tedeschi, rientra a Roma dove da anni risiede la famiglia, ma vista la condizione di renitente viene consigliato di riparare a Pendenza di Cittaducale, suo paese natale, presso i nonni.
Non risulta partecipare direttamente all'attività partigiana, ma è impegnato nell'assistenza a ex prigionieri di guerra angloamericani riparati nei boschi nei pressi del paese. Continua con questa attività fino all'imminenza del passaggio del fronte, quando la sua situazione si fa sempre più rischiosa essendo stato individuato e ricercato dai tedeschi. Nella tarda mattinata dell'11 giugno, dopo avere rincasato da poche ore, riparte – armato di pistola – in direzione del nascondiglio dei prigionieri. Giunto in una località appena sottostante al suo paese, viene nuovamente sconsigliato a proseguire, perché la gente ha avvistato una pattuglia tedesca sulle sue tracce. Fatta poca altra strada viene catturato e seviziato; le urla della gente fermano i tedeschi dal proposito di ucciderlo sul posto e viene trasportato per qualche km. Giunti nei pressi della provinciale Salto-Cicolano, in prossimità di Capradosso (già nel confinante territorio comunale di Petrella Salto), viene fucilato.
Il giorno successivo le truppe tedesche spariscono definitivamente dalla zona.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: ritirata

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La memoria dell\'uccisione di Giangirolami risulta essere caduta nell\'oblio, almeno a livello istituzionale, per qualche decennio. Solo nel 2004 l\'Amministrazione comunale di Cittaducale ha accolto le numerose petizioni prodotte dalla popolazione di Pendenza per rendere i degni onori al loro concittadino.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-01 17:05:35

Vittime

Elenco vittime

Giangirolami Sabatino, di Antimo e Trozzi Concetta, nato a Cittaducale l\'11 aprile 1925, residente a Roma, già allievo del Collegio Marinaro dello Stato a Taranto, sfollato a Pendenza (Cittaducale), suo paese natale, presso i nonni.

Elenco vittime renitenti 1

Giangirolami Sabatino

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Cittaducale, Pendenza

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cittaducale, Pendenza

    Anno di realizzazione: 2004

    Descrizione: Targa presso la casa natale di Sabatino Giangirolami, a Pendenza (Cittaducale), posta dall\'Amministrazione comunale nel 2004.

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Anno di realizzazione: 2005

    Descrizione: Con decreto del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi in data 31 marzo 2005, la provincia di Rieti è stata decorata di medaglia d\'argento al Merito civile: «La Comunità provinciale del Reatino resisteva, con fierissimo contegno, all\'accanita

Bibliografia


Antonio Cipolloni, La guerra in Sabina dall'8 settembre 1943 al 12 giugno 1944, Arti Grafiche Celori, Terni 2011, p. 843-847.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti