PONTE GRAVEGLIA, RICCÒ DEL GOLFO, 11.04.1945

(La Spezia - Liguria)

PONTE GRAVEGLIA, RICCÒ DEL GOLFO, 11.04.1945

PONTE GRAVEGLIA, RICCÒ DEL GOLFO, 11.04.1945
Descrizione

Località Ponte Graveglia, Riccò del Golfo di Spezia, La Spezia, Liguria

Data 11 aprile 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 5

Descrizione: L'8 aprile 1944 in località Ponte Graveglia, presso S.Benedetto (Riccò del Golfo) c'è uno scontro tra alcuni militari tedeschi in bicicletta e un gruppo di partigiani intenti a un sabotaggio. Due partigiani e tre militari tedeschi rimangono uccisi. Come rappresaglia all'alba dell'11 aprile sono fucilati nel luogo dello scontro cinque partigiani detenuti.
Le vittime sono processate e condannate a morte dal Tribunale Straordinario di guerra fascista.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Nel dopoguerra la Corte d'Assise Straordinaria della Spezia processò il capitano Silvestro Carrega e il tenente Pietro Gunnella della GNR e il militare Alfredo Bartolozzi per diverse imputazioni tra cui essere stati membri del Tribunale Straordinario della Spezia (il primo venne assolto per insufficienza di prove da quella imputazione, per il secondo il crimine fu amnistiato, mentre il terzo fu condannato a trenta anni per altre imputazioni).
Silvestro Carrega – Sentenza della CAS della Spezia del 31/05/1948.
Pietro Gunnella – Sentenza della CAS della Spezia del 24/11/1947.
Bartolozzi Alfredo - Sentenza della CAS della Spezia del 10/12/1945, ricorso in Cassazione accolto con rinvio a Genova l'1/1/1946.

Annotazioni: All'episodio non prendono parte reparti tedeschi. La rappresaglia potrebbe però essere stata richiesta da comandi tedeschi.

Una vittima risulta chiamarsi “Roberto De Martino” secondo l'elenco caduti della IV Zona e “Roberto De Martin” secondo Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli , Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana.

Scheda compilata da Maurizio Fiorillo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-07 12:50:37

Vittime

Elenco vittime

Benvenuto Aldo, di 25 anni (nato il 19/09/1919), della Spezia, carpentiere,
De Martino Roberto, di 27 anni (nato il 21/07/1917), della Spezia,
Fusco Roberto, di 28 anni (nato il 24/09/1916), della Spezia,
Gnetti Dante, di 21 anni (nato il 14/09/1923), della Spezia, meccanico,
Perazzo Paolo, di 48 anni (nato il 26/10/1896), di Levanto.

Elenco vittime partigiani 5

Benvenuto Aldo
De Martino Roberto
Fusco Roberto
Gnetti Dante
Perazzo Paolo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Alfredo Bartolozzi

    Nome Alfredo

    Cognome Bartolozzi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nel dopoguerra la Corte d\'Assise Straordinaria della Spezia processò il capitano Silvestro Carrega e il tenente Pietro Gunnella della GNR e il militare Alfredo Bartolozzi per diverse imputazioni tra cui essere stati membri del Tribunale Straordinario della Spezia (il primo venne assolto per insufficienza di prove da quella imputazione, per il secondo il crimine fu amnistiato, mentre il terzo fu condannato a trenta anni per altre imputazioni).

    Note procedimento Bartolozzi Alfredo - Sentenza della CAS della Spezia del 10/12/1945, ricorso in Cassazione accolto con rinvio a Genova l\'1/1/1946.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 33. Brigata Nera “Tullio Bertoni” di La Spezia

  • Pietro Gunnella

    Nome Pietro

    Cognome Gunnella

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nel dopoguerra la Corte d\'Assise Straordinaria della Spezia processò il capitano Silvestro Carrega e il tenente Pietro Gunnella della GNR e il militare Alfredo Bartolozzi per diverse imputazioni tra cui essere stati membri del Tribunale Straordinario della Spezia (il primo venne assolto per insufficienza di prove da quella imputazione, per il secondo il crimine fu amnistiato, mentre il terzo fu condannato a trenta anni per altre imputazioni).

    Note procedimento Pietro Gunnella – Sentenza della CAS della Spezia del 24/11/1947.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 33. Brigata Nera “Tullio Bertoni” di La Spezia

  • Silvestro Carrega

    Nome Silvestro

    Cognome Carrega

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nel dopoguerra la Corte d\'Assise Straordinaria della Spezia processò il capitano Silvestro Carrega e il tenente Pietro Gunnella della GNR e il militare Alfredo Bartolozzi per diverse imputazioni tra cui essere stati membri del Tribunale Straordinario della Spezia (il primo venne assolto per insufficienza di prove da quella imputazione, per il secondo il crimine fu amnistiato, mentre il terzo fu condannato a trenta anni per altre imputazioni).

    Note procedimento Silvestro Carrega – Sentenza della CAS della Spezia del 31/05/1948.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 33. Brigata Nera “Tullio Bertoni” di La Spezia

Memorie
Bibliografia


Antonio Bianchi, La Spezia e Lunigiana. Società e politica dal 1861 al 1945, Angeli 1999, p. 466.
Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di), Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi 2003, p. 34, p. 151.

Sitografia


Notizie sull\'episodio sono presenti nella banca dati presente nel sito INSMLI www.ultimelettere.it

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di Stato della Spezia, Prefettura, atti riservati RSI, sottofasc. 4, Rapporti della GNR
Archivio ISR La Spezia, busta 691, Diario storico della IV Zona Operativa
Archivio ISR La Spezia, fasc. 241-242, Elenco partigiani e collaboratori caduti della IV Zona Operativa