CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945

(La Spezia - Liguria)

CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945

CHIAPPA, LA SPEZIA, 03.02.1945
Descrizione

Località Chiappa, La Spezia, La Spezia, Liguria

Data 3 febbraio 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Nella serata del 3 febbraio 1945 i partigiani Giovanni Pagani (comandante della IV Compagnia della Colonna Giustizia e Libertà della IV Zona Operativa) ed Ezio Grandis (tra i principali collaboratori di Pagani), catturati nel grande rastrellamento del gennaio 1945 e detenuti alla Spezia, sono portati da militi della Brigata Nera spezzina nel quartiere popolare della Chiappa e fucilati in via Genova. I loro corpi sono abbandonati sul posto come monito per la popolazione.
L'esecuzione è un'iniziativa autonoma della Brigata Nera, che pare abbia avvertito la Questura e la Prefettura solo successivamente, affermando che le uccisioni sarebbero avvenute a seguito di un tentativo di fuga dei due prigionieri durante un trasferimento dalla caserma di via XX Settembre a quella della Scorza.

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: indefinita

Estremi e note penali: Nel dopoguerra il maresciallo della Brigata Nera spezzina Pietro Auda fu processato e condannato a morte dalla Corte d'Assise Straordinaria della Spezia per diverse imputazioni, tra cui aver preso parte alle fucilazioni di Pagani e Grandis.
Auda Pietro - Sentenza della CAS della Spezia del 27/05/1947, ricorso in Cassazione accolto con rinvio a Torino del 27/02/1948.

Annotazioni: Probabile rappresaglia, sebbene non sia possibile collegarla direttamente a una specifica azione partigiana contro la Brigata Nera.

Scheda compilata da Maurizio Fiorillo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-28 23:38:05

Vittime

Elenco vittime

Grandis Ezio, di 21 anni (nato il 18/04/1923), della Spezia,
Pagani Giovanni, di 24 anni (nato il 27/07/1920), di Pignone.

Elenco vittime partigiani 2

Grandis Ezio,
Pagani Giovanni

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Pietro Auda

    Nome Pietro

    Cognome Auda

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento Nel dopoguerra il maresciallo della Brigata Nera spezzina Pietro Auda fu processato e condannato a morte dalla Corte d\'Assise Straordinaria della Spezia per diverse imputazioni, tra cui aver preso parte alle fucilazioni di Pagani e Grandis. Auda Pietro - Sentenza della CAS della Spezia del 27/05/1947, ricorso in Cassazione accolto con rinvio a Torino del 27/02/1948.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: L\'episodio è solitamente commemorato dalle associazioni partigiane sul luogo delle fucilazioni.

  • lapide a La Spezia, Chiappa, luogo della fucilazione

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: La Spezia, Chiappa, luogo della fucilazione

    Descrizione: Sul luogo delle fucilazioni è presente una rapide che ricorda le vittime “Ufficiali della Colonna Giustizia e Libertà catturati dai tedeschi in combattimento” e “vilmente trucidati” dai fascisti e la loro completa dedizione “alla causa della Libertà” che

  • lapide a La Spezia, Fossitermi, via Puccini, scuola media

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: La Spezia, Fossitermi, via Puccini, scuola media

    Descrizione: Una lapide in ricordo di Pagani è presente presso la scuola media di via Puccini, nel quartiere di Fossitermi.

  • lapide a La Spezia e Brugnato

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: La Spezia e Brugnato

    Descrizione: Lapidi in ricordo di Pagani e Grandis sono presenti in piazzetta De Nobili (alla Chiappa) e nel paese di Brugnato.

Bibliografia


Giulio Bertonelli, Tra Magra e Val di Vara, Le forze spezzine di G.L., in AA.VV., Più duri del carcere, Emiliano Degli Orfini, Genova 1946, p. 274.
Antonio Bianchi, La Spezia e Lunigiana-Società e politica dal 1861 al 1945, Angeli, Milano 1999, p. 450.
Mirco Bottero (a cura di), Memoria nella pietra. Monumenti alla Resistenza Ligure 1945-1995, Istituto storico della Resistenza in Liguria, Genova 1996, p. 243-244 e p. 247.
Franco Gimelli, Paolo Battifora (a cura di), Dizionario della Resistenza in Liguria, De Ferrari, Genova 2008, p. 182.
Cesare Godano, Paideia '44, Edizioni Giacché, La Spezia 1994, pp. 193-194.
Giulivo Ricci, La Colonna "Giustizia e Libertà", FIAP - Ass. Partigiani Mario Fontana- ISR La Spezia, La Spezia 1995, pp. 290-294.

Sitografia


Nel sito dell\'Istituto spezzino per la storia della Resistenza e dell\'età contemporanea (www.isrlaspezia.it), nella sezione “Le vie della Resistenza” sono presenti due schede, curate da Maria Cristina Mirabello e dedicate a via “Ezio Grandis” e a largo “Giovanni Pagani” della Spezia, che ricostruiscono\'episodio.

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di Stato della Spezia, b. 441, atti riservati RSI, sottofasc. 3, Fonogramma della Questura della Spezia, a firma E.Battisti,
Archivio ISR La Spezia, fasc. 241-242, Elenco partigiani e collaboratori caduti della IV Zona Operativa.