CIVITELLA DEL LAGO DI BASCHI 07.06.1944

(Terni - Umbria)

CIVITELLA DEL LAGO DI BASCHI 07.06.1944

CIVITELLA DEL LAGO DI BASCHI 07.06.1944
Descrizione

Località Civitella del Lago, Baschi, Terni, Umbria

Data 7 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime donne 2

Numero vittime donne adulte 2

Descrizione: All’alba del 7 giugno 1944, ad una settimana dall’arrivo delle truppe britanniche, mentre sulla strada che attraversa la frazione di Civitella de’ Pazzi (attualmente Civitella del Lago) transita un autocarro militare tedesco gli viene gettata contro, probabilmente ad opera di civili, una bomba a mano. L’esplosione provoca la morte di due dei soldati che vi si trovavano. I militari superstiti iniziano subito a rastrellare la frazione senza però riuscire a identificare i responsabili, non esitano quindi a sparare all’impazzata contro le case limitrofe. La prima vittima, Giulia Morelli, viene colpita mentre si accinge a chiudere le persiane dell’abitazione, in quanto i quattro figli piangevano impauriti dai colpi d’arma da fuoco: raggiunta da due proiettili, muore sul posto. Poco dopo, una ventina di soldati penetrano nella casa alla ricerca degli uomini, ma la figlia maggiore della vittima dice che nella casa non ci sono uomini, i militari, alla vista del cadavere della madre, si ritirano. La seconda vittima, Teresa Fossati, è uccisa poco distante da casa con un colpo allo stomaco, perché era uscita dall’abitazione per aiutare il marito, Antonio Cinti, aggredito da alcuni soldati che volevano fucilarlo sul posto. Richiamati dalle grida della donna, i militari lasciano il marito, che riesce ad allontanarsi, raggiungono la donna e gli sparano. Quattro giorni dopo, cinque militari tedeschi, al comando di un ufficiale, tornano a casa della Morelli. L’ufficiale, fatti allontanare i soldati, tenta di violentare la figlia maggiore, ma non ci riesce in quanto la ragazza fugge. Il militare, estratta la pistola, impone però al padre di “mettere a sua disposizione” la figlia per il giorno dopo, minacciandolo che se non lo avesse fatto avrebbe fatto bruciare le case circostanti. A seguito di ciò, tutta la famiglia è costretta a fuggire da casa per evitare l’attuarsi di tale violenza. Nello stesso giorno è anche saccheggiata la casa di Teresa Fossati.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Angelo Bitti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-03 15:35:44

Vittime

Elenco vittime

Fossati Teresa
Morelli Giulia

Elenco vittime civili 2

Fossati Teresa
Giulia Morelli

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Editoriale Umbra, Isuc, Foligno-Perugia, 2007, p. 189.
Claudio Biscarini, Il passaggio del fronte in Umbria (giugno-luglio 1944), Fondazione Ranieri di Sorbello, Perugia 2014, pp.. 116, 125.

Sitografia


Carlo Gentile, Elenco delle truppe dei comandi delle forze armate tedesche in Italia 1943-1945 (in http://194.242.233.149/ortdb/DHI_LISTEIT_IT.pdf).
DHI Roma, La presenza militare tedesca in Italia 1943-1945.

Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, b. 2132, f. Documentazione atti di barbarie commessi dai nazifascisti in Italia Centrale (Toscana, Umbria), Prospetto delle violenze commesse dai nazifascisti in provincia di Terni, Dichiarazione di Antonio Cinti, marito di Teresa Fossati, ai carabinieri di Baschi, rilasciata il 15 settembre 1944; Dichiarazione di Quondam Stefano, marito di Giulia Morelli, rilasciata il 15 settembre 1944.