BASCHI 13.09.1943

(Terni - Umbria)

BASCHI 13.09.1943

BASCHI 13.09.1943
Descrizione

Località Baschi, Baschi, Terni, Umbria

Data 13 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: All’indomani dell’occupazione tedesca dell’Umbria, la mattina del 13 settembre, un treno merci sosta presso la stazione ferroviaria di Baschi scalo, dove da poco era si insediato un distaccamento di soldati tedeschi che controllavano la linea ferroviaria. Visto che il treno non riparte, ben presto tra la popolazione dei centri limitrofi si sparge la voce di tale presenza e molti decidono di saccheggiarlo, come peraltro era successo qualche giorno prima alla stazione di Castiglione in Teverina. Così, verso le ore 20 un folto gruppo di persone si raduna nei pressi della stazione per assalire il treno, ma viene affrontato dai militari tedeschi lì presenti, alcuni dei quali con calci e pugni riescono a disperdere la popolazione; un soldato però non esita ad esplodere diversi di colpi di fucile, alcuni dei quali colpiscono il Tomba, uccidendolo sul posto.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Scheda compilata da Angelo Bitti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-10-22 14:22:15

Vittime

Elenco vittime

Tomba Augusto, nato a Baschi e ivi residente.

Elenco vittime civili 1

Tomba Augusto

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Angelo Bitti, La guerra ai civili in Umbria (1943-1944). Per un Atlante delle stragi nazifasciste, Editoriale Umbra, Isuc, Foligno-Perugia, 2007, p. 188.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME, b. 2132, f. Documentazione atti di barbarie commessi dai nazifascisti in Italia Centrale (Toscana, Umbria), Prospetto delle violenze commesse dai nazifascisti in provincia di Terni.