UZZA VALFURVA 07.07.1944

(Sondrio - Lombardia)

UZZA VALFURVA 07.07.1944

UZZA VALFURVA 07.07.1944
Descrizione

Località Uzza, Valfurva, Sondrio, Lombardia

Data 7 luglio 1944 - 31 agosto 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Il 7 luglio era stata catturata una spia fascista delle BN, infiltratasi in Valfurva, dove operavano tre distinte formazioni partigiane, tutte collegate al VAI, guidato da Placido Pozzi “Alonzo”. Esse coprivano Bormio, la Valfurva, la Valdisotto e la Valdidentro. Erano comandate dal sottoufficiale degli Alpini Battista Canclini “Bubi”, da Battista Secchi “Franz” e dallo stesso Pozzi. La spia era stata passata per le armi, subito dopo dai comandi delle BN e della GNR di Bormio, dirette da Seniga e Floris, era partito l'ordine di incendiare la frazione di Uzza, che venne integralmente distrutta. La popolazione inerme venne privata di ogni fonte di sostentamento. In seguito a questo grave episodio, le piccole formazioni partigiane locali vennero inquadrate nel terzo battaglione della Brigata Stelvio (comandante Cesare Marelli “Tom”), che faceva parte della Divisione Alpina “Giustizia e Libertà”.
La popolazione attribuì ad Achille Compagnoni, graduato della GNR, la responsabilità dell'azione di rappresaglia.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: Secondo i notiziari GNR:
il 15 agosto in Valfurva, “i banditi” uccidono il fascista Alfredo Micheli (Notiziario 26 agosto 1944, pag. 14). Il giorno dopo, il 16 agosto, a Uzza è ucciso il fascista repubblicano Alfredo Nesi, sfollato da Firenze (Notiziari GNR 23/08/1944 e del 01/09/1944) e allora, il 16 stesso, scatta il rastrellamento “ di militi della GNR in collaborazione con elementi della Brigata Nera” e durante il quale si dice vengono fucilate 2 individui (di cui non si fa il nome) e incendiato il paese (Notiziario del 06.09.1944).

Scheda compilata da FAUSTA MESSA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-30 20:22:21

Vittime

Elenco vittime

Antonioli Giuseppe
Noali Amerigo

Elenco vittime civili 2

Antonioli Giuseppe
Noali Amerigo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


GNR, distaccamento di Bormio

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Achille Compagnoni

    Nome Achille

    Cognome Compagnoni

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

    Note responsabile Achille Compagnoni, dopo la Liberazione, venne minacciosamente allontanato da Valfurva da parte della popolazione.

  • Sconosciuto Floris

    Nome Sconosciuto

    Cognome Floris

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

  • Sconosciuto Seniga

    Nome Sconosciuto

    Cognome Seniga

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Descrizione: Medaglia d\'Argento al Valor Militare alla Provicia di Sondrio per la Resistenza.

  • monumento a Valfurva, San Niccolò

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Valfurva, San Niccolò

    Descrizione: I due uccisi sono ricordati nel piccolo sacrario di San Nicolò Valfurva, presso la Chiesa omonima, assieme a tutti i caduti delle due guerre mondiali.

Bibliografia


Sergio Caivano, Resistenza e Liberazione nelle nostre valli. La Medaglia d'argento alla provincia di Sondrio onora il suo secondo Risorgimento, ANPI, 2011.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Fondo Cesare Marelli, ISSREC