Arnad, 15-16.03.1945

(Aosta - Valle d'Aosta)

Arnad, 15-16.03.1945

Arnad, 15-16.03.1945
Descrizione

Località Arnad, Arnad, Aosta, Valle d'Aosta

Data 15 marzo 1945 - 16 marzo 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: Il 15 marzo 1945 tre uomini del distaccamento Bonel «attaccano due ucraini [al servizio dei tedeschi] del presidio di Hône, mentre si recano a dare il cambio al posto di guardia situato nei pressi del ponte ferroviario di Champagnola, e li uccidono». Il giorno seguente, 16 marzo, i nazifascisti prelevano quattro «partigiani» dalle carceri in Piemonte, Filippo Salassa (19 anni), Giuseppe Pozzo» [30 anni], «Luciano Villa (20 anni) e un quarto [Ticonio] non identificato. «Li trasportano nei pressi del luogo dell’attacco e li fucilano; il comando del presidio vorrebbe farli seppellire nel luogo stesso dell’esecuzione, poi, dopo varie pressioni e suppliche [del parroco don Aldo Navillod], accetta che l’inumazione delle salme avvenga nel cimitero di Bard, ma impone che ciò sia fatto in una fossa comune».

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Non si ha notizia di istruzione ed avvio di procedimento giudiziario

Scheda compilata da Marisa Alliod
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-09-18 12:24:26

Vittime

Elenco vittime

Giuseppe POZZO (Zante), nato ad Ivrea (Torino) il 5 gennaio 1915. Partigiano della 7ª Divisione Garibaldi Piemonte dal 1º settembre 1944. Fucilato per rappresaglia dai nazifascisti a Bard (Valle d’Aosta) il 16 marzo 1945.
Filippo SALASSA (Flip), nato a Montanaro (Torino) il 7 settembre 1925. Partigiano della 47ª Brigata Garibaldi dal 10 ottobre 1943. Catturato nei combattimenti del 3 marzo 1945 sul Monte Soglio, prelevato dalle carceri di Cirié e fucilato per rappresaglia dai nazifascisti a Bard (Valle d’Aosta) il 16 marzo 1945.
Ticonio (non meglio identificato), fucilato per rappresaglia dai nazifascisti a Bard (Valle d’Aosta) il 16 marzo 1945.
Luciano VILLA, «20 anni» (dati anagrafici e di eventuale partigianato mai reperiti), fucilato per rappresaglia dai nazifascisti a Bard (Valle d’Aosta) il 16 marzo 1945.

Elenco vittime civili 2

Ticonio
Luciano Villa

Elenco vittime partigiani 2

Giuseppe Pozzo
Filippo Salassa

Responsabili o presunti responsabili
Memorie
Bibliografia


Tullia de Mayo, Vincenzo Viano, Il prezzo della libertà Venti mesi di lotta partigiana in Canavese, Edizioni ANPI, Cuorgné, 1977, p. 373.
Roberto Nicco, La Resistenza in Valle d’Aosta, seconda edizione, Musumeci, Quart, 1995, p. 292.
Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta / Institut d’histoire de la Résistance et de la société contemporaine en Vallée d’Aoste, Silens Loquor Cippi, lapidi e monumenti a ricordo dei partigiani e dei civili morti nella Resistenza in Valle d’Aosta 1943-1945, Unione Europea Progetto Interreg III A Alcotra La Memoria delle Alpi I Sentieri della Libertà / La Mémoire des Alpes Les Chemins de la Liberté, Le Château, Aosta, 2007, p. 36, ill.
Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta / Institut d’histoire de la Résistance et de la société contemporaine en Vallée d’Aoste, Albo d’Oro della Resistenza valdostana Ricordo dei partigiani morti in Valle d’Aosta nella guerra di Liberazione, patrocinio della Presidenza della Regione autonoma Valle d’Aosta nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato per il 60º anniversario della Liberazione e dell’Autonomia, Tipografia Pesando, Aosta, 2007, ill., pp. 113-114.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

-Archivio Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta / Institut d’histoire de la Résistance et de la société contemporaine en Vallée d’Aoste, Aosta (relazione in copia)