Santa Giulia, Dego, 28.08.1944

(Savona - Liguria)

Santa Giulia, Dego, 28.08.1944

Santa Giulia, Dego, 28.08.1944
Descrizione

Località Santa Giulia, Dego, Savona, Liguria

Data 28 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: Nell’estate del 1944 le colline di S.Giulia da alcuni mesi erano sede di un distaccamento partigiano, quello del controverso comandante Matteo Abbindi, il Biondino. Questi aveva catturato e poi rilasciato tre genieri della Todt i quali rivelarono alle autorità tedesche di stanza a Cairo M.tte la scarsa organizzazione del gruppo resistenziale e il numero limitato di partigiani. La mattina del 28 agosto truppe della Wehrmacht – e più precisamente del 1° battaglione del Reggimento granatieri dislocato a Dego giunsero a S.Giulia per operare un rastrellamento che durò 2 giorni. I partigiani fuggirono e la popolazione cercò rifugio nei boschi e negli avvallamenti, mentre i soldati saccheggiavano e incendiavano, particolarmente la borgata Sanvarezzo verso cui si erano diretti. La giovane Teresa, che stava lavorando nei campi mentre tentava di raggiungere la madre, venne catturata da un tedesco e, per la sua ribellione al tentativo di stupro, fu uccisa. Contemporaneamente la violenza colpì altre due giovani, le sorelle Ponzone.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: violenze di genere

Estremi e note penali: 34° divisione di Fanteria tedesca comandata dal generale Theodor-Helmut Lieb, (sede comando a Cairo, villa De Mari) 80° reg.to Granatieri comandato dal maggiore Ernst Bucholz, 1°battaglione dislocato a Dego al comando del capitano Gerhard Dosse
Non risulta alcun procedimento. Solo in una lettera del generale Konrad von Alberti, responsabile del D.V.K 182, (Deutsches Verbindungdkommando ossia Servizio di collegamento tra la Kommandantur del generale Lieb e la San Marco del generale Farina di stanza ad Altare) in risposta alle proteste espresse in uno scritto del vescovo di Acqui, si fa cenno a un’inchiesta sui fatti di S. Giulia per cui due soldati sarebbero stati tradotti al tribunale militare tedesco.

Scheda compilata da Irma Dematteis
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-09-12 14:09:52

Vittime

Elenco vittime

Teresa Bracco era nata il 24 febbraio 1924 da una famiglia contadina benestante, i cui componenti – genitori e 4 figlie - lavoravano parte delle terre di proprietà, mentre una parte era data a mezzadrìa. Teresa era profondamente religiosa e dedicava il poco tempo libero alla frequentazione della chiesa e alla preghiera, schivando anche i pochi divertimenti delle compagne della sua età.

Elenco vittime civili 1

Teresa Bracco

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Grenadier-Regiment 80/34. Infanterie-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: il 28 agosto nell’anniversario dell’uccisione: commemorazione religiosa

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Commemorazione religiosa il 24 maggio per ricordarne la beatificazione

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Commemorazione religiosa il 24 febbraio nell’anniversario della nascita

  • luogo della memoria a Dego

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Dego

    Descrizione: Luoghi della memoria per iniziativa dell’Autorità religiosa: la casa natale, il percorso e il luogo dell’uccisione, la chiesa con l’urna che contiene i resti riesumati

  • cippo a Dego, Santa Giulia

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Dego, Santa Giulia

    Descrizione: Cippo sul luogo dell’uccisione alla fine degli anni Sessanta ad opera della famiglia

  • lapide a Dego, scuola elementare

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Dego, scuola elementare

    Descrizione: lapide sulla facciata dell’ex scuola elementare a lei intitolata nel dopoguerra con atto del Consglio comunale

  • luogo della memoria a Dego

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Dego

    Descrizione: Intitolazione di scuola elementare

  • lapide a Dego

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Dego

    Descrizione: lapide sulla casa nativa posta da un gruppo di fedeli piemontesi.

Bibliografia


Angelo Giudici, 28 agosto 1944, Teresa Bracco Storia di una ricerca, ed. Dell’Orso, Alessandria, 2006

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Il testo di A. Giudici è stato realizzato su testimonianze orali, ma anche su fonti Archivistiche, italiane e tedesche.
AUSSME, N 1/11, b. 2131